in

11 giugno 1998: il Cile complica l’esordio dell’Italia al Mondiale

Esattamente 23 anni fa l’Italia faceva il suo esordio nel Mondiale 1998 contro il Cile. Una gara sofferta decisa soltanto dai lampi di Roberto Baggio, autore di un assist e un gol che salveranno gli Azzurri da una clamorosa sconfitta

baggio
Roberto Baggio, leggenda del calcio italiano, compie 52 anni / Goaldentimes

Italia, il preludio ai Mondiali ’98

In un Paese visceralmente aggrappato alla tradizione, la ricerca della modernità finisce per spegnersi negli occhi di chi la sogna. Arrigo Sacchi, nei suoi cinque anni con l’Italia, ha provato con ogni mezzo possibile a trasferire quel progresso calcistico che lo ha visto dominare nel mondo. L’eliminazione al primo turno nel campionato europeo del ’96, però, risulterà fatale al profeta di Fusignano. Al suo posto arriverà Cesare Maldini, il cui ritorno ad un calcio tipicamente italiano trova il placet della Federazione.

Christian Vieri, ex Lazio
Christian Vieri, ex Lazio

Maldini, seppur protagonista di grandi successi con l’Under-21, fatica ad inoculare il seme del catenaccio e contropiede ad una squadra dall’alto tasso tecnico. Ciononostante, nel girone di qualifcazione al Mondiale ’98 l’Italia chiude al secondo posto con 5 vittorie e 3 pareggi. Un ruolino di marcia che non basta a strappare il pass diretto. Gli Azzurri passano dunque dai play-off contro la Russia, dove Gianluigi Buffon vivrà un esordio da ricordare. Il computo totale del doppio scontro termina 2-1 per l’Italia, che potrà così approdare al Mondiale.

La partita

Giunta con non poche difficoltà al Mondiale ’98, l’Italia di Cesare Maldini mostra sin dalle fasi di qualificazione un’oggettiva incapacità nella costruzione delle trame offensive. L’attenzione del CT è rivolta all’organizzazione difensiva, esaltando le qualità di un reparto che annovera stelle del passato e del futuro. Qualità che gli Azzurri dovranno dimostrare nel Girone B insieme ad Austria, Camerun e Cile.

Roberto Baggio
Roberto Baggio, ex attaccante della nazionale italiana

L’esordio nella manifestazione è proprio contro i sudamericani l’11 giugno 1998. 31800 gli spettatori presenti allo Stade du Parc Lescure di Bordeaux. A dirigere l’incontro Lucian Ousmane Bouchardeau, che solo dopo 10 minuti dal calcio d’inizio porta il fischietto in bocca per segnalare il gol di Christian Vieri. Una doccia fredda per gli uomini di Lopez, che comunque mantengono serrati i ranghi alla ricerca del varco. La svolta al ’45 e al ’49, quando Salas trafigge Pagliuca superando una difesa poco guardinga. L’Italia non si scompone, impostando la gara sulla qualità dei singoli: sarà infatti Roberto Baggio a procurare e segnare il rigore del definitivo 2-2. La gara metterà in mostra gli evidenti limiti tattici di Cesare Maldini, con gli Azzurri che termineranno il loro percorso ai quarti di finale pur avendo una delle migliori selezioni della sua storia.

Sullo stesso argomento  Bergomi sull'Italia: "Abbiamo talento e giochiamo come un club"
Lorenzo Insigne, capitano del Napoli e attaccante della Nazionale @Image Sport

Italia-Turchia, inizia Euro 2021: “Un calcio al Covid”

Alvaro Odriozola, difensore del Real Madrid

Milan-Inter, è derby: in palio c’è Odriozola