in

13 giugno 1956: il Real Madrid vince la prima edizione della Coppa dei Campioni

65 anni fa le Merengues di Di Stefano si aggiudicarono la prima Coppa dei Campioni della storia sconfiggendo in finale il Reims e inaugurando un lungo ciclo vincente

Real Madrid, vincitore della Coppa dei Campioni del 1956
Real Madrid, vincitore della Coppa dei Campioni del 1956

Il cammino verso la finale

Il 13 giugno 1956 ebbe inizio la lunga parabola vincente in campo internazionale del Real Madrid con la conquista della prima edizione della Coppa dei Campioni, una competizione che dalla stagione successiva sarà riservata alle squadre vincitrici dei campionati nazionali. Il format del torneo era piuttosto lineare: 16 squadre partecipanti, una per federazione, un’unica fase a eliminazione diretta con gare di andata e ritorno ad eccezione della finale, in gara unica. All’atto conclusivo, in programma al Parco dei Principi di Parigi, arrivarono il Real Madrid e i francesi dello Stade de Reims. Dopo avere eliminato agevolmente al primo turno gli svizzeri del Servette, i Blancos superarono il Partizan Belgrado vincendo 4-0 la gara d’andata e subendo un clamoroso 0-3 in quella di ritorno. In semifinale toccò al Milan inchinarsi a Di Stefano e soci al termine di due gare molto combattute. I transalpini invece eliminarono in sequenza i danesi dell’Aarhus, gli ungheresi del Voros Lobogò e gli scozzesi dell’Hibernian.

Alfredo Di Stefano, ex attaccante del Real Madrid
Alfredo Di Stefano, ex attaccante del Real Madrid

La partita: decide Rial

Entrambe le squadre arrivarono alla finale della Coppa dei Campioni sulla scia di un campionato deludente: il Real chiuse al terzo posto a 10 punti di distacco dall’Athletic Bilbao, il Reims addirittura al decimo. L’incontro era stato presentato come la sfida fra Alfredo Di Stefano e Raymond Kopa, due dei maggiori fuoriclasse dell’epoca, che dalla stagione successiva sarebbero divenuti compagni di squadra proprio con la maglia dei Blancos. La partita fu molto equilibrata e divertente. Fulminante l’avvio dei francesi che dopo 10 minuti si trovarono sorprendentemente in vantaggio di 2 reti grazie ai centri di Leblond e Templin. Immediata la risposta degli spagnoli che accorciarono le distanze al 14° con Di Stefano e alla mezz’ora arrivarono al pareggio con Rial. A inizio ripresa il Reims tornò nuovamente a condurre grazie a un centro di Hidalgo, il futuro Ct della Francia di Platini capace di laurearsi campione d’Europa nel 1984. Ma dopo il tempestivo pareggio firmato Marquitos, fu nuovamente Rial a siglare il gol del definitivo 4-3 che regalò il primo trionfo europeo al Real Madrid che si aggiudicherà anche le successive 4 edizioni della Coppa dei Campioni.

Sullo stesso argomento
Isco alla Juventus, affare possibile: entra nel vivo il calciomercato bianconero