in

AIC, Calcagno: “Numero sempre più alto di partite senza considerarne le conseguenze”

Il Presidente dell’AIRC Calcagno ha affrontato il tema dell’attività agonistica sempre più esasperata e di come sia necessario rivalutarla

Umberto Calcagno, presidente dell'Assocalciatori
Umberto Calcagno, presidente dell'Assocalciatori

Il Presidente AIC Umberto Calcagno ha affrontato ai microfoni di Radio Sportiva il tema dell’attività agonistica esasperata per i calendari ormai troppo fitti: “Da sempre l’Associazione Calciatori è attenta sull’argomento, per la tutela della salute dei calciatori come per la salvaguardia dello spettacolo. Ormai si gioca troppo. Sempre più spesso abbiamo sentito parlare di Mondiale ogni due anni, di una nuova Champions League o di nuovi calendari. Non è possibile però focalizzarsi su una singola competizione, bisogna analizzare la situazione nell’intera globalità, cercando di capire come le competizioni si vanno ad incastrare”.


Scarica la nostra App