in

Al via l’Europa League: i match più attesi della giornata

Al via l'Europa League: non solo Napoli, Roma e Milan, ben 24 partite in programma
Europa League, ecco dove giocheranno Roma e Inter

Riparte la fase a gironi dell’Europa League. Una competizioni da sempre snobbata soprattutto dalle compagini italiane ma che ora invece è divenuta molto ambita. Soprattutto perché può essere il lascia passare per un posto nella prossima Champions League. Nessuna squadra italiana infatti è mai riuscita a vincere la coppa da quando non si chiama più Coppa UEFA. Ora però i tifosi sperano nella vittoria finale.

La prima formazione nostrana a scendere in campo sarà il Napoli che ospiterà al San Paolo l’AZ Alkmaar. Gli olandesi stanno affrontando un vero e proprio focolaio e novi giocatori sono rimasti in patria. Gennaro Gattuso, allenatore dei partenopei, spera di mettere le mani sul la coppa, ma non sottovaluta la formazione olandese: “Ci saranno dei cambi ma non voglio stravolgere la squadra. Abbiamo paura dei casi di coronavirus ma siamo pagati per questo“.

LEGGI ANCHE

La Roma invece affronterà i campioni di Svizzera in carica, lo Young Boys, allo Stade de Suisse. I giallorossi vengono da un momento positivo in campionato con due vittorie consecutive e il pareggio alla seconda di campionato contro la Juventus. Il tecnico dei capitolini, Paulo Fonseca, alla vigilia del match ha parlato dei suoi in conferenza stampa: “Importante sarà fare turnover ma sono molto sicuro dei miei giocatori, ho piena fiducia in loro“. Il Milan invece sarà impegnato in Scozia contro il Celtic. Una gara molto difficile ma il tecnico Stefano Pioli ha già chiarito che l’intenzione è quella di fare bene e riuscire ad andare avanti il più possibile nella competizione.

Europa League, anche Arsenal, Tottenham e Leicester in campo

Oggi ci aspettano però molte altre gare interessanti, a partire da Standard LiegiRangers. Per gli scozzesi si tratta di un momento particolarmente positivo: la vittoria nell’Old Firm ha permesso alla squadra allenata da Steve Gerrard di mantenere il primo posto. Un altro match interessante è tra le altre contendenti del girone D, Lech PoznanBenfica, i portoghesi, che conducono il campionato, cercano la rivalsa dopo l’eliminazione ai preliminari di Champions League.

Le londinesi invece sono chiamati a test difficili. L’Arsenal dovrà affrontare l’ostica trasferta austriaca contro il Rapid Vienna, seconda in campionato dietro il Salisburgo. Per i Gunners si tratta di un momento non particolarmente positivo a causa della sconfitta con il Manchester City che ha lasciato al quinto posto i londinesi. L’unica attenuante, per una squadra che cerca il riscatto da una stagione passata non brillante resa passabile solo dalla conquista della FA Cup, è che questa sembra essere la Premier League più strana di sempre con l’Everton che sta dominando la classifica con 13 punti davanti all’Aston Villa con 12.

Jose Mourinho, tecnico del Tottenham
Jose Mourinho tecnico del Tottenham

Il Tottenham invece ospiterà il LASK Linz. Gli Spurs dovranno mettere da parte la delusione per il pareggio ottenuto con il West Ham United dopo essere andati in vantaggio 3-0. Gli austriaci sono i più accreditati per il passaggio del turno, dopo gli inglesi, e dispongono di una squadra discreta, anche se inferiore rispetto agli avversari. Josè Mourinho, allenatore dei londinesi, potrebbe fare turnover e lanciare dal 1′ il neo-acquisto Gareth Bale. Altra formazione inglese in gara è il Leicester City che affronterà lo Zorya Lugansk, squadra del campionato ucraino al momento nona. Le Foxes non sono più una sorpresa e dopo il quarto di finale di Champions League raggiunto quattro anni fa sperano di ripetersi in Europa League.

Jamie Vardy, attaccante del Leicester @imagephotoagency

Leicester Zorya streaming gratis no Hesgoal: la gara in diretta LIVE

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Juventus, Pirlo in ansia: Ronaldo ancora positivo al Covid-19