in

Atalanta, caso Gasperini: la squadra torni una Dea

Gasperini, tecnico Atalanta
Gasperini, tecnico Atalanta @Image Sport

Dalle batoste più difficili siamo sempre cresciuti”. Questo è senza dubbio il concetto più interessante espresso da Giampiero Gasperini nell’immediato post-partita della gara contro il Liverpool. La manita subita contro gli inglesi ha fatto male e, probabilmente, fa ancora molto male ad una squadra che sembrava essere arrivata al culmine di una crescita inaspettata ed impronosticabile. L’Atalanta, però, molto più che al bel gioco, ci ha abituati ad alzare sempre l’asticella e, nonostante adesso sia davvero complicato, è arrivato il momento di farlo di nuovo.

LEGGI ANCHE  Atalanta, infortunio Gollini: il ginocchio spaventa, ma non solo quello

La gara contro l’Inter potrebbe essere il test giusto per capire come Gasperini e i suoi giocatori hanno reagito dopo una simile sconfitta. Cinque gol sono molti, ma quel che ha colpito di più è che l’Atalanta non sia riuscita a metterne a referto nemmeno uno e, dopo questo inizio di stagione, con quattro gol rifilati praticamente a tutti, è questa la vera notizia.

Vincere oggi vorrebbe dire uscire da un tunnel lungo e dalla sensazione inconscia di aver perso quella voglia di migliorarsi. “E’ difficile” Gasperini l’ha ammesso con estrema franchezza, ma l’Atalanta ha il dovere di provarci per non gettare al vento quanto di buono è stato fatto nell’arco di questi anni fantastici. Il disastro di mercoledì non può influenzare una squadra ed un società che ha sempre tirato dritto e non si è mai spezzata dopo le peggiori burrasche.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Inter, il Manchester City sogna Romelu Lukaku

La forza delle idee e di un credo tattico nuovo, quasi impossibile da realizzare, con questo pressing asfissiante a tutto campo, devono essere di nuovo il faro dell’Atalanta che, almeno in Italia, deve tornare a splendere come una Dea. Il calcio italiano, specie adesso, ha un bisogno disperato di queste favole sportive.

Vota Articolo

704 points
Upvote Downvote
Gasperini e Conte Atalanta-Inter

Inter, il Covid spaventa ma gli alibi sono finiti

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli

Napoli, grinta e impegno: Gattuso non chiede altro