in

Atalanta, con il Liverpool per fare la storia. Gasperini: “Nel calcio non vince sempre la più forte”

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta

Dopo la vittoria ottenuta per 2-1 sul campo del Crotone in campionato, l’Atalanta si prepara alla super sfida di domani sera contro il Liverpool. La dea nel girone di Champions League ha collezionato 4 punti in due partite, battendo il Midtjylland e pareggiando in rimonta contro l’Ajax 2-2. Adesso il test decisivo per comprendere le reali ambizioni e potenzialità di questa squadra e per cercare di portare avanti il discorso qualificazione.

Proprio alla vigilia del match contro la squadra di Klopp, ha parlato in conferenza stampa Gian Piero Gasperini ed ha espresso il proprio pensiero riguardo agli avversari di domani sera: “Klopp è un riferimento per tutti gli allenatori, è un motivo di prestigio giocare contro di loro. Dispiace per la mancanza di pubblico, anche per la partita fuori casa. Sentire il loro tifo sarebbe stato emozionante. Klopp ha detto che il Liverpool deve pensare a come difendere e il voler difendere è alla base delle squadre più offensive come noi e loro. Bisogna essere abili a saper riconquistare il pallone per poi proporsi. Naturalmente i complimenti di Klopp ci fanno piacere, arriviamo alla gara di domani con la voglia di confrontarci con i più forti, capiremo qual è il nostro livello”.

A seguire il punto sulla situazione legata agli infortuni: “Rimarranno fuori De Roon e Gosens. Hateboer, Palomino e Romero potrebbero recuperare, non avendo lesioni particolari. Gli undici titolari li deciderò domattina, non ci snatureremo, siamo arrivati a questo appuntamento dopo un lungo percorso, non snatureremo il nostro modo di giocare”. 

L’analisi finale di Gasperini sulla gara contro il Liverpool: “Le due squadre hanno dei modi differenti di giocare. Per noi è un’occasione per confrontarci con i migliori. Nel calcio non sempre i più forti vincono e speriamo di poter fare risultato”. La squadra nerazzurra, dunque, ci crede e spera di regalare una notte da sogno ai propri tifosi e a tutta l’Italia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

734 points
Upvote Downvote
Fabio Paratici e Beppe Marotta ( Juventus e Inter)

Calciomercato, Juventus e Inter: il colpo gratis esclude i nerazzurri

Real Madrid-Inter, partecipa al contest di Fn24: gioca e vinci il bonus di 100 euro

Real Madrid-Inter, partecipa al contest di Fn24: gioca e vinci il bonus di 100 euro