in

Atalanta, Ilicic: “Non voglio che nessuno viva quello che ho vissuto io”

Josip Ilicic (Atalanta)
Josip Ilicic (Atalanta)

La pandemia globale ha manifestato malessere e terrore a molte persone nel mondo intero. Ognuno vive questa orrenda situazione in cui ci troviamo a modo proprio, c’è chi la prende con più leggerezza e chi, invece, patisce di più la situazione arrivando a limitare completamente il proprio essere.

Nel mondo del calcio uno dei giocatori che pare aver sofferto più di tutti di quest’orribile esperienza è stato Josip Ilicic. Il calciatore sloveno una volta aver scoperto di essere risultato positivo al COVID-19 è caduto in un lungo stato di depressione che lo ha portato via dai campi di calcio per concentrarsi più su sè stesso senza però passare mai un singolo giorno senza l’affetto e il pieno appoggio da parte dell’Atalanta e di Bergamo che, durante il suo periodo d’assenza, si era cosparsa di cartelloni con messaggi d’amore verso il gioiello ex Fiorentina e Palermo.

“Non voglio che nessuno viva quello che ho vissuto io…”

Il coronavirus è stato solo l’ultimo dramma della vita di Ilicic; il padre è stato ucciso quando l’attaccante aveva ancora solo 7 anni, la sua infanzia è stata segnata dalla guerra, un trascorso non facile per il 32enne. Ma “il professore” non ha mai mollato e ieri sera, contro il Kosovo, dopo un periodo tremendamente difficile è finalmente tornato al gol, una rete che mancava dal 10 Marzo.

Atalanta, Ilicic nella storia della Champions: nessuno come lui
Atalanta, Ilicic nella storia della Champions: nessuno come lui

Al termine della partita il giocatore dell’Atalanta ha commentato: “Sapevo che sarei tornato e ci sono riuscito grazie all’amore per il calcio e al sostegno della mia famiglia. Se dovessi spiegare tutto dall’inizio staremmo qui fino a domani. Non voglio che nessuno viva quello che ho vissuto io ma è passato, il calcio e la mia famiglia sono stati il più grande sostegno. Ad un certo punto stavo pensando di ritirarmi – dalla nazionale – dando una possibilità agli altri ragazzi, ma sono ancora capace, voglio questa grande competizione. Ammetto sinceramente che negli ultimi dieci minuti forse non ho più avuto la forza ma volevo restare in campo. Spero che finisca tutto il prima possibile mi dispiace anche per le tante persone che hanno perso il lavoro, so in che situazione si trovano”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

471 points
Upvote Downvote
Sergio Ramos, difensore del Real Madrid @imagephotoagency

Calciomercato Juventus, dalla Spagna: super offerta per Sergio Ramos

Roberto Gagliardini, centrocampista dell'Inter

Inter, Conte ritrova Kolarov e Gagliardini: preoccupa Pinamonti