in

Atalanta-Inter, vincere per dimenticare la Champions: Gasperini sfida Conte

Gian Piero Gasperini e Antonio Conte, allenatori di Atalanta e Inter
Gian Piero Gasperini e Antonio Conte, allenatori di Atalanta e Inter

Domenica alle 15:00 va in scena allo stadio Gewiss di Bergamo il match tra Atalanta ed Inter valevole per la settima giornata di campionato. Sarà la sfida numero 119 in Serie A tra le due squadre, con l’Inter che vanta un bilancio favorevole con 63 vittorie, 31 pareggi e 24 successi per i bergamaschi. Gli ospiti negli ultimi 12 anni, però, si sono imposti solamente in tre occasioni, nelle stagioni 2014/15, 2007/08 e nell’ultima giornata dello scorso campionato superando 2-0 i ragazzi di Gasperini.

Sarà una partita fondamentale soprattutto ai fini dell’attuale classifica che vede l’Atalanta davanti all’Inter di una sola lunghezza, motivo per cui un’eventuale sconfitta potrebbe compromettere la corsa al primo posto occupato dal Milan, impegnato nel posticipo contro l’Hellas Verona.

Atalanta, che batosta contro il Liverpool! Gasperini pronto a ripartire

Sia l’Inter, sia l’Atalanta sono reduci da due sconfitte in campo europeo, rispettivamente contro Real Madrid e Liverpool. I ragazzi di Gasperini sono stati letteralmente travolti da Salah e compagni, con un 5-0 che ha lasciato tutti senza parole. Nei 90 minuti non c’è stata partita, abbiamo visto una Dea irriconoscibile, lenta, sotto ritmo, priva di intensità. Una squadra sfilacciata dal primo all’ultimo minuto, incapace di ripartire e rendersi pericolosa, a parte qualche guizzo solitario di Zapata.

LEGGI ANCHE  Inter, Eriksen-Conte: le esclusioni rovinano i piani di mercato

Il tecnico Gasperini però non demorde e guarda al futuro con positività, consapevole che la sconfitta per mano dei Reds può far crescere gli orobici: “Dovremo riflettere, è capitato di perdere male come a Manchester ma poi avevamo la sicurezza che migliorando certe cose avremmo potuto migliorare anche noi. Il divario è stato pesante, bisogna pensare all’aspetto tattico-strutturale. Abbiamo trovato una squadra che andava più forte, non siamo mai stati in grado di reggere. C’è stato un grande divario, questo ci deve far riflettere“.

Alejandro Gomez, attaccante dell'Atalanta @imagephotoagency
Alejandro Gomez, attaccante dell’Atalanta @imagephotoagency

Questa Atalanta però ha dimostrato nei precedenti che non si arrende facilmente, le batoste rimediato in passato hanno sempre fortificato i nerazzurri bergamaschi. Un esempio riguarda proprio una gara contro l’Inter di qualche anno fa, Gomez e compagni furono sconfitti 7-1 a San Siro, ma da quel momento in poi hanno inanellato una lunga serie di risultati positivi culminati con il meritatissimo terzo posto dello scorso anno e la semifinale di Champions svanita solo nei minuti di recupero.

LEGGI ANCHE  Liverpool-Atalanta: pronostico gratuito di Betadvisor.com e streaming gratis Hesgoal

Inter, la difesa preoccupa: Conte a Bergamo senza Lukaku

L’Atalanta è pronta a ripartire, ma dovrà fare i conti con l’Inter di Antonio Conte che arriva a questo match spartiacque con molti pensieri e grattacapi da risolvere. Una squadra quella allenata dal tecnico salentino, che stenta a decollare; contro il Real, infatti, nonostante abbia dimostrato forza e carattere rimontando i blancos da 2-0 a 2-2 si è fatta beffare da un gol di Rodrygo nei minuti finali.

In questo momento non è facile trovare una spiegazione al momento buio dei vice-Campioni d’Italia. Uno dei principali problemi che soffrono particolarmente i nerazzurri nelle prime uscite stagionali riguarda sicuramente la fase difensiva che ha incassato 10 goal in sei partite di campionato, veramente troppi. Troppi perchè la vera forza delle squadre di Conte è sempre stata la fase difensiva e i 33 goal subiti in 38 giornate di campionato, lo scorso anno, ne sono la prova lampante.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Inter, sorpresa in difesa: arriva dal Betis Siviglia
Nicolò Barella, centrocampista dell'Inter @imagephotoagency
Nicolò Barella, centrocampista dell’Inter @imagephotoagency

Conte dovrà ripartite da lì, dovrà dare serenità alla propria difesa e inserire i nuovi arrivati nel modo giusto: Hakimi è ancora troppo acerbo in fase difensiva, mentre Arturo Vidal sembra il fratello gemello dell’ultima parentesi italiana alla Juventus. Domenica l’Inter dovrà fare a meno del suo pezzo da novanta, Romelu Lukaku, ai box per un problema agli adduttori. Vederlo in campo dal 1′ ad oggi sembra un miracolo e in assenza del belga, l’asso nella manica potrebbe rivelarsi ancora una volta Nicolò Barella che sta dimostrando partita dopo partita la sua grandissima qualità.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

640 points
Upvote Downvote
Francesco Caputo, attaccante del Sassuolo @imagephotoagency

Pronostici 6 Novembre, i CONSIGLI vincenti: Serie A, Bundesliga, Premier League e tutte le altre

Roberto Mancini, allenatore della Nazionale

Roberto Mancini positivo al Covid-19: salta il raduno della Nazionale?