in

Atalanta, Papu Gomez ancora non convocato: addio imminente?

Alejandro Gomez, attaccante dell'Atalanta @imagephotoagency
Alejandro Gomez, attaccante dell'Atalanta @imagephotoagency

Continua la spy Story tra l’Atalanta e il suo capitano, Papu Gomez. Per la trasferta di Bologna il fantasista è stato fatto nuovamente fuori dalla lista dei convocati, la ragione della scelta è di natura “tecnica”, ma tutti sanno che ormai il rapporto tra il numero 10 e l’allenatore dei bergamaschi, Gian Piero Gasperini è compromesso.

Il brutto litigio scoppiato tra i due non è stato ricomposto, anzi. La società si è schierata dalla parte del tecnico nerazzurro e ha adottato il pugno duro nei confronti dell’argentino, la cui permanenza è sempre meno probabile. Tante le squadre interessate, dalla Serie A all’estero. La storia d’amore tra il Papu e la “sua” Bergamo pare ai titoli di coda, con il calciatore che è pronto a dire addio.

Calciomercato Atalanta, tutti pazzi per Gomez: chi è davvero interessato al Papu

Per un Gomez che va ce n’è uno che viene. Sembra proprio destinata a chiudersi nel modo peggiore la telenovela tra il sudamericano e la società che per anni è stata casa sua. A 33 anni però, la carriera è a un punto di svolta: tentare la sorte per un top club oppure lasciare da parte il successo e pensare più al guadagno.

Milan, Inter, Lazio e Psg: queste le principali squadre che avrebbero domandato informazioni all’Atalanta. I rossoneri vogliono giocarsi lo scudetto fino alla fine e un colpo come Gomez garantirebbe qualità ed esperienza, i nerazzurri se sfoltiranno il centrocampo potrebbero farci un pensiero, sebbene tra queste sia la più defilata. La Lazio ha Inzaghi che stima moltissimo il calciatore e che avrebbe voluto averlo con se già da qualche stagione a Roma.

Il Psg, con la sua colonia argentina potrebbe tentare un approccio. Attenzione, però, il club di Percassi non lascerà partire il giocatore a zero, servono tra i 10 e i 15 milioni. Sullo sfondo, e non da accantonare occhio ad arabi ed americani pronti ad offrire ricchi contratti al calciatore.