in

Atalanta, Percassi: “Gasperini stimola giocatori e società. Ronaldo? Grandissimo giocatore”

Il presidente dell’Atalanta su giovani, Gasperini e Cristiano Ronaldo, prossimo avversario in Champions League con la maglia del Manchester United

Percassi, presidente dell'Atalanta
Percassi, presidente dell'Atalanta

Recentemente intervistato dai cronisti a margine della sua premiazione come “Personaggio dell’anno 2019” GLGS-USSI Lombardia, il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ha rilasciato delle dichiarazioni sul progetto giovani dell’Atalanta, su Gasperini e sul Manchester United, prossimo avversario dei nerazzurri in UEFA Champions League. Queste le sue parole:

Sui giovani: “Per noi il settore giovanile è sempre stato importante, credo sia indispensabile per una realtà come la nostra“.

Sugli ultimi 5 anni dell’Atalanta: “Abbiamo incassato tanto, ma abbiamo investito anche tanto: questa è la nostra politica, abbiamo trovato il modello giusto e speriamo di continuare, anche se adesso ci sono tante squadre che vogliono imitarci“.

Su Gasperini e il lavoro con lui: “Eh, non è facile… Però ormai l’abbiamo adottato e soprattutto capito. Quindi dopo la partita lo lasciamo sfogare e poi sappiamo che il giorno successivo è molto più sereno. Ma lui è così e col suo modo di fare stimola giocatori e società in modo significativo. Quando lui dice la sua si fa sentire e non dà la possibilità ai ragazzi di prendere tutto sottogamba“.

Sul Manchester United e Cristiano Ronaldo: “Speriamo di riuscire a fare un risultato positivo e di trarre degli insegnamenti. Siamo in testa è vero, ma al ritorno essere davanti sarà più difficile. Le gare sono tutte importanti, tutte decisive, l’importante è non perderle. Cristiano Ronaldo? È un grandissimo giocatore, bisognerebbe chiedere a lui cosa pensa quando gioca con l’Atalanta. Il Manchester United è uno squadrone