in

Atalanta-Sampdoria 1-3: cade ancora Gasperini, Ranieri espugna Bergamo

Fabio Quagliarella (Sampdoria)
Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria

Alle 15 si affronteranno l’Atalanta e la Sampdoria per una partita che si preannuncia entusiasmante. La squadra di Gasperini viene dalla straordinaria vittoria in trasferta in Champions League sul campo del Midtjylland per 0-4 e ha dimostrato di aver già dimenticato la pessima performance contro il Napoli in campionato. La Sampdoria di Ranieri, dopo un avvio non brillante con due sconfitte in due partite, ha rialzato la testa ed ha ottenuto due vittorie di prestigio contro Fiorentina e Lazio.

I blucerchiati si affideranno, vista l’assenza di Candreva, a bomber Fabio Quagliarella che quest’anno ha già insaccato in rete parecchi palloni. Attenzione anche al talento danese Damsgaard, che sta sorprendendo tutti con le sue giocate. Da non sottovalutare la panchina della squadra genovese con Verre e Keita Balde pronti a dare manforte a gara in corso ai propri compagni.

LEGGI ANCHE

La Dea per dimostrare di essere competitiva su più fronti, avrà bisogno di dosare al meglio le energie e di fare il turnover quando necessario. Nella gara di oggi Gasperini farà giocare Lammers al posto di Duvan Zapata e Ilicic al suo fianco, con il Papu Gomez alle loro spalle. Novità sulle fasce dove agiranno Mojica e Depaoli. Difesa a tre con Palomino, Djimsiti e la novità Sutalo. Ranieri in carriera ha ottenuto 8 vittorie contro i nerazzurri e 3 pareggi, oltre che 3 sconfitte. Gasperini contro la Sampdoria ha perso 9 volte in carriera, ha vinto 8 partite e ha rimediato tre pareggi.

ATALANTA (3-4-1-2)Sportiello; Sutalo, Palomino, Djimsiti, DePaoli, De Roon, Freuler, Mojica; Gomez; Ilicic, Lammers. Allenatore: Gian Piero Gasperini

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Damsgaard, Ekdal, Thorsby, Jankto; Ramirez, Quagliarella. Allenatore: Claudio Ranieri

Il resoconto della gara

Alla fine la spunta Ranieri, una prestazione maiuscola della Sampdoria che riesce ad imporsi sul campo, molto probabilmente, più difficile da espugnare di tutta la Serie A. Per Gasperini, dopo la parentesi convincente in Champions League, un altro tonfo in Serie A, il secondo consecutivo dopo la battuta d’arresto contro il Napoli di Gennaro Gattuso.

Parte bene la Sampdoria, brava a sbloccare subito la gara con la rete realizzata dal solito Quagliarella che al ’13 porta in vantaggio i blucerchiati e dimostrando la voglia di portare  a casa punti utili, nonostante di fronte ci sia l’invincibile Atalanta di Gasperini; e i bergamaschi giocano, senza essere troppo convincenti e ricordando la disdetta di Napoli. Alla fine del primo tempo il rigore sbagliato dallo stesso Quagliarella rincuora i tifosi nerazzurri che sperano in una ripresa decisamente migliore di quanto visto nella prima frazione di gara.

Ma la ripresa gioca ancora a favore della Sampdoria, che riesce anche a addoppiare con la rete di Thorsby. Zapata accorcia le distanze a 10 minuti dalla fine, realizzando dal dischetto (un rigore tra i dubbi, concesso grazie all’aiuto del VAR) il gol dell’1-2 ma allo scadere del tempo la rete dell’1-3 siglato da Jankto regala la gioia immensa a mister Claudio Ranieri. 3° vittoria consecutiva per la Sampdoria, in grande forma fisica e mentale nelle ultime settimane ed ennesimo passo falso in campionato per la squadra di Gasperini che, adesso, deve capire dove sia finita la magia che ha contraddistinto le ultime stagioni della squadra nerazzurra.

Gervinho attaccante del Parma

Parma-Spezia: pronostico, diretta live e streaming Hesgoal

Valverde, centrocampista del Real Madrid in gol contro il Barcellona

Barcellona-Real Madrid 1-3: il Clasico è blancos