in

Atalanta sei una Dea, ma il Liverpool è di un altro pianeta

Hans Hateboer e Diogo Jota, centrocampista dell'Atalanta e attaccante del Liverpool @imagephotoagency
Hans Hateboer e Diogo Jota, centrocampista dell'Atalanta e attaccante del Liverpool @imagephotoagency

Per aspera ad astra” finora questo è stato il modo di lavorare dell’Atalanta di Giampiero Gasperini. Migliorarsi sempre, migliorarsi di gara in gara e di anno in anno ma ad un certo punto, quando pensi di aver raggiunto il massimo, c’è sempre qualcuno che ti toglie le certezze ottenute e quel qualcuno, per l’Atalanta, è stato il Liverpool di Klopp. La sconfitta è pesante e durissima da digerire. 5 gol sono molti e nonostante la Dea li abbia incassati dai Campioni d’Inghilterra non può andare a letto tranquilla. Ora però arriva il momento più difficile in cui l’Atalanta sarà chiamata a sfidare sè stessa, cercando di superare i propri limiti. Adesso per la Dea arriva il momento più difficile di tutti: quello in cui c’è bisogno di superare i proprio limiti. Gasperini nel post gara l’ha detto francamente e senza paura “in questi anni abbiamo dato il massimo e migliorarsi è sempre difficile”.

Dichiarazioni che testimoniano quanto la crescita arrivi dalle “scoppole prese”. I bergamaschi dovranno aggiustare qualcosa in vista della gara di ritorno ad Anfield dove il risultato, vista la gara di ieri, sembrerebbe piuttosto scontato. Guai, però, a parlare di una squadra ridimensionata e sopravvalutata. L’Atalanta Gasperini hanno fatto il loro e forse, anzi senza dubbio, hanno fatto più di quanto noi stessi ci aspettavamo.

La sconfitta di ieri dovrà servire da lezione, giocare con il Liverpool non è come giocare contro una squadra qualsiasi, motivo per cui Gasperini dovrà cercare di schierare la formazione in base alle caratteristiche tecniche dell’avversario. Seguire la propria strada, affidandosi al solito spartito, non sempre paga e la gara di ieri ne è stata la conferma.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

716 points
Upvote Downvote
Sergio Ramos, difensore del Real Madrid @imagephotoagency

Juventus, Ronaldo sblocca il mercato: Sergio Ramos bianconero?

Cesare Prandelli, allenatore di Fiorentina

Fiorentina, Iachini in bilico: Prandelli torna alla Viola?