in

ATP Indian Wells, Fognini perde con Tsitsipas e lancia l’accusa di coaching

Alla stretta di mano finale Fognini riprende Tsitsipas: “E’ stato divertente… ma tutto il tempo a parlare, lo sai meglio di me”

Fabio Fognini, tennista italiano
Fabio Fognini, tennista italiano

Tsitsipas-Fognini: un match pieno di “chiacchere”

Termina ai sedicesimi di finale il percorso di Fabio Fognini agli Indian Wells. Il tennista italiano si è scontrato con Stefano Tsitsipas in un match all’ultimo set. La partita è infatti terminata al terzo a favore del tennista greco per il punteggio di 2-6\6-3\6-4. Come la maggior parte dei match in cui è presente lo spumeggiante Fognini in campo, non sono mancate le discussioni. L’azzurro ha accusato l’avversario di coaching, ovvero di ricevere consigli esterni, atteggiamento vietato durante le partite e lamentando: “Stanno giocando due contro uno. Digli di stare zitto”. Accusa che è stata poi respinta dal giudice di sedia che si è esposto solamente dando un avvertimento ed incoraggiando Tsitsipas a non interagire eccessivamente con il padre nonché suo coach.

Al termine della partita i due si danno la mano a rete come di consueto e si sente un breve dialogo. A quanto pare Fognini si sarebbe rivolto a Tsitsipas dicendo: “E’ stato divertente… ma tutto il tempo a parlare, lo sai meglio di me”. Frase che ha lasciato un espressione stizzita sul volto di Tsitsipas.

Stefanos Tsitsipas
Stefanos Tsitsipas, tennista greco

Fognini spumeggiante ma non è il solo: le accuse dei colleghi a Tsitsipas

La calma e la pazienza non sono di certo le caratteristiche principali che ritraggono Fabio Fognini in campo ma a sua discolpa per questo evento (match contro il tennista greco) non è il solo ad accusare Stefanos Tsitsipas. Sono tanti i colleghi che in questo anno si sono lamentati per i comportamenti riguardanti la regola del coaching, secondo alcuni non rispettata dal greco e dal padre/allenatore. Quest’estate ad esempio Zverev lo aveva accusato di approfittare delle uscite dal campo per andare in bagno e farsi dare consigli dal coach. Un altro episodio è avvenuto contro Kyrgios che ironicamente gli consiglia di cambiare allenatore: “Ti trovo io un coach tranquillo”.

Alexander Zverev @Image Sport
Alexander Zverev @Image Sport

La proposta di Tsitsipas: “Ammettiamo il coaching”

Una domanda plausibile da porsi è: “Stefanos Tsitsipas farà tutto ciò in virtù della sua battaglia?”. Il tennista greco infatti, sta cercando di “legalizzare” il coaching e circa tre mesi fa ha lanciato la sua proposta su Twitter: “Il coaching su ogni punto dovrebbe essere permesso nel tennis. Lo sport ha bisogno di accoglierlo. Siamo probabilmente l’unico sport globale che non lo usa durante il gioco. Consentiamolo. È tempo che lo sport faccia un grosso passo avanti“.