in

ATP Vienna, Murray: “Pentirmi di essere nato insieme ai Big Three? Mi ritengo fortunato”

Nel corso di un’intervista, il tennista Andy Murray si è detto fortunato di aver potuto giocare nell’era dei Big Three

Andy Murray, tennista britannico @Image Sport
Andy Murray, tennista britannico @Image Sport

Nel corso di un’intervista all’ATP 250 di Anversa, torneo al quale Andy Murray ha preso parte prima dell’attuale partecipazione all’ATP 500 di Vienna, al tennista britannico è stato chiesto se si pentisse di essere nato nell’era dei Big Three, ovvero quella di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic; queste le sue parole a riguardo: “Mi pento di essere nato insieme a loro? È una domanda difficile. Ovviamente, da un lato, me ne pento perché mi dico che avrei potuto vincere molto di più se non ci fossero stati loro o se avessi avuto 5 o 6 anni di meno. D’altra parte, ho avuto l’opportunità di giocare e sfidare i migliori giocatori della storia nei più grandi tornei“.


Scarica la nostra App


Poi ha continuato: “Sono stato in grado di affrontare Rafael Nadal al Roland Garros, Roger Federer a Wimbledon, Novak Djokovic agli Australian Open e agli US Open e sempre in finale, anche alle Olimpiadi. Ovviamente non ho vinto tutti questi incontri ma ne ho vinti alcuni. Mi ritengo fortunato di aver potuto giocare contro di loro, mi hanno permesso di migliorare alzando l’asticella“.