in

Cagliari-Bologna, Mihajlović: “Non si doveva giocare, ma il Cagliari non ha voluto rinviare: la ruota gira…”

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlović commenta la sconfitta contro il Cagliari riferendosi in particolar modo alla situazione della sua squadra e ai tanti indisponibili

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (@ImageSport)
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (@ImageSport)

Sinisa Mihajlović, allenatore del Bologna, ai microfoni di DAZN commenta la sconfitta dei suoi per 2-1 contro il Cagliari nella ventunesima giornata di Serie A. Ecco le parole del tecnico serbo: Siamo calati negli ultimi venti minuti, abbiamo avuto due-tre calciatori con i crampi e la condizione fisica era quello che era. Peccato perché potevamo portare il pareggio a casa. I ragazzi hanno fatto quello che dovevano fare, abbiamo preso anche due pali dopo il pareggio e sapevamo di soffrire nei minuti finali. Non ci siamo allenati, è la prima partita dopo venti giorni e abbiamo fatto allenamenti in casa. La situazione era questa, forse se andavamo nuovamente in vantaggio poteva farsi più difficile per loro. Non avendo cambi, due tre giocatori con i crampi è normale che alla fine ci hanno portato lì dove dovevano portarci. Potevamo gestire meglio ma è normale che ci è mancata lucidità“.

Sui tanti indisponibili e l’emergenza per la sua squadra: Neanche stasera si doveva giocare, ma il Cagliari non ha accettato il rinvio di un giorno. Va bene, la ruota gira: un domani si vedrà

Sul rendimento di Orsolini, ancora nel mirino del Siviglia: “Finché siamo stati bene fisicamente abbiamo fatto bene, Orsolini ha fatto un grande gol, anche se non sempre ha gestito bene la palla. Tutti hanno fatto bene, in una partita ci sono tante partite. Non avendo cambi in questa condizione fisica abbiamo perso“.

Sugli infortuni di Orsolini e Dominguez: “Purtroppo non ho la vista a raggi X, speriamo di recuperare qualche positivo e poi loro due vediamo domani“.