15 Ottobre 2019 | 04:15

Stella Rossa di Belgrado, l’attacco del governo serbo

Un triste caso di come le vicende politiche possano inserirsi nel calcio

Stella Rossa, impedito l’ingresso in Kosovo

La Stella Rossa di Belgrado è stata vittima di una spiacevole situazione, in quanto, per via di problemi politici, le è stato negato l’accesso in Kosovo. Per completezza informativa, la Serbia, a partire dal 2008, ha conosciuto un cambio di rotta. Il Kosovo, dichiarandosi indipendente dalla nazione, vive all’interno di una lotta ancora irrisolta, e le tensioni degli anni sono evidenti nell’episodio raccontato. Il match fra Trepca e Stella Rossa, valevole per i sedicesimi della Coppa Nazionale, è saltato per via appunto della situazione politica attuale. Il pullman con i giocatori del club ospite, fermato alla dogana, non ha avuto il pass per completare il viaggio e giocare la partita. La Serbia non ha mai riconosciuto la scelta kosovara, connotandola come una provincia a prevalenza albanese.

Stella Rossa, richiesti provvedimenti immediati

La Stella Rossa non lascia passare quanto accaduto e si appella a Fifa e Uefa per l’adozione di provvedimenti immediati. La partita sarà giocata, in ogni caso, a pochi chilometri da Belgrado, ma il governo locale è pronto ad alzare comunque la voce, al fine di richiamare l’attenzione su un caso che dovrebbe rimanere estraneo alle dinamiche del calcio giocato.

 

Loading...

RACCOMANDATI

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!