martedì, 26 Maggio 2020 - 09:35
Calcio Brescia Brescia-Napoli 1-2, Chancellor illude poi ci pensa Ruiz: Gattuso adesso vede la...

Brescia-Napoli 1-2, Chancellor illude poi ci pensa Ruiz: Gattuso adesso vede la Roma

E' andata in scena allo stadio Rigamonti la sfida valida per il primo anticipo della 25° giornata di Serie A tra Brescia e Napoli

Brescia-Napoli 1-2, primo tempo da buttare: Chancellor fa sognare Diego Lopez

“Una gara fondamentale”, l’ha presentata così il tecnico del Brescia Diego Lopez la sfida di questa sera che ha visto le Rondinelle fronteggiare il Napoli di Gennaro Gattuso. Sicuramente una gara che serviva molto di più al Brescia, invischiato nella lotta retrocessione, che non per il Napoli che comunque è alla ricerca di punti preziosi per avvicinarsi alla zona Europa.

Fabian Ruiz decide Brescia-Napoli
Fabian Ruiz, centrocampista del Napoli

“Servirà cattiveria e concentrazione” questo il messaggio che ha voluto lanciare ai suoi Diego Lopez. E questa cattiveria nel primo tempo contro il Napoli si è vista tutta, soprattutto quando al 26′ minuto Chancellor spacca la porta di testa su calcio d’angolo di Tonali e regala il meritato vantaggio al Brescia. Meritato sì, perché il Napoli stasera è poca cosa: così si chiude col punteggio di 1-0 in favore del Brescia un primo tempo che ha visto le Rondinelle primeggiare con merito.

Brescia-Napoli 1-2, non basta la cattiveria al Brescia: Fabian Ruiz la ribalta da solo

Se nel primo tempo la cattiveria si è vista, di sicuro nel secondo tempo è mancata la concentrazione al Brescia. L’esempio lampante di questa defezione è il fallo da rigore procurato da Mateju per un tocco di mano ingenuo del difensore in area di rigore. Tutto da rifare quindi per gli uomini di Lopez, che continuano però a martellare un Napoli, che a tratti è anche fastidioso da vedere: ritmi lenti, passaggi elementari e spesso in orizzontale. Le uniche azioni, se così vogliamo chiamarle, nascono da qualche strappo dei tre davanti con Mertens che sembra il più ispirato di tutti. Evanescente Politano, da cui Gattuso si aspettava sicuramente qualcosa di diverso.

Arriva poi la giocata che ti cambia la serata: Fabian Ruiz prende palla dal limite e con un bellissimo sinistro a giro, infila Joronen sul palo più lontano. Napoli che raccoglie più di quanto meritato, con un Brescia che comunque non ha mai mollato e ha messo sempre in difficoltà la retroguardia partenopea che, soprattutto sulle palle alte, ha sofferto maledettamente. Sicuramente questo Napoli non potrà bastare contro il Barcellona di Messi. Situazione, invece, che per il Brescia si complica maledettamente, con lo spettro retrocessione che appare sempre più vicino.

SEGUI LA JUVE SU INSTAGRAM

671,9k Followers
Follow

LEGGI ANCHE

Lecce, Mancosu: “4 vittorie, 37 punti per restare in A”

Lecce, Mancosu: "4 vittorie, 37 punti per restare in A". Nell'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il centrocampista del Lecce, Marco...

LA PRIMA PAGINA

ULTIME NOTIZIE

Lecce, Mancosu: “4 vittorie, 37 punti per restare in A”

Lecce, Mancosu: "4 vittorie, 37 punti per restare in A". Nell'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il centrocampista del Lecce, Marco...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!