Cancelo-Manchester City ai ferri corti: derby spagnolo per l’ex Inter

Prima all'Inter, poi alla Juventus, Cancelo ha deciso di approdare in Premier League la scorsa estate. Il terzino, però, non avrebbe convinto il Manchester City di Pep Guardiola, disposto a metterlo sul mercato e a scatenare una vera e propria asta tra due assolute big europee

Cancelo-Manchester City ai ferri corti: derby spagnolo per l’ex Inter. Joao Cancelo e il Manchester City, un rapporto mai realmente decollato. Il portoghese è sbarcato in Inghilterra, alla corte di Pep Guardiola, dopo due anni in Serie A con le maglie di Inter e Juventus. Due esperienze profondamente diverse: con i nerazzurri, in seguito ad un naturale periodo di adattamento, è stato tra i protagonisti indiscussi del ritorno in Champions League sotto la guida di Luciano Spalletti; con i bianconeri, invece, un avvio promettente seguito da una seconda parte di stagione da dimenticare.

Così l’ex Valencia, la scorsa estate, ha deciso di cambiare aria, approdando in Premier League in cambio di 28 milioni di euro e il cartellino di Danilo. Cancelo, però, non sembra aver ripagato la fiducia del Manchester City che, dopo appena un anno, potrebbero decidere di sacrificarlo sull’altare del mercato.

Calciomercato, Cancelo tra Real Madrid e Barcellona

Per Joao Cancelo 24 presenze totali con la maglia del Manchester City, condite da un gol e un assist. Troppo poco per un giocatore che aveva dato l’impressione di poter diventare un crack di livello mondiale con Pep Guardiola nel ruolo di mentore. L’ex tecnico del Bayern Monaco, però, gli ha quasi sempre preferito Walker, pedina considerata fondamentale nel proprio scacchiere tattico.

Così, secondo Don Balon, per Cancelo potrebbero improvvisamente aprirsi le porte della Liga, con il Barcellona decisamente interessato ad acquisirne le prestazioni per sostituire il partente Semedo. Ad insidiare il club catalano non proprio un rivale qualsiasi, ma l’avversario di mille battaglie: il Real Madrid. Florentino Perez, dopo aver incassato il no di Hakimi, infatti, si sarebbe buttato a capofitto sul terzino del Manchester City che, dal canto suo, avrebbe già espresso la propria preferenza per le merengues.