SERIE A

News e Calciomercato
venerdì, 29 Maggio 2020 - 21:27
Calcio Estero Francia Nizza, l'idea del presidente: "Terminare ad ottobre per allinearsi ai Mondiali"

Nizza, l’idea del presidente: “Terminare ad ottobre per allinearsi ai Mondiali”

L'inusuale proposta del numero uno del club francese ha però il merito di risultare proiettata a Qatar 2022. L'organizzazione stravolgerebbe le abitudini di calciatori e tifosi, ma permetterebbe di terminare la stagione corrente

Nizza, l’idea del presidente: “Terminare ad ottobre per allinearsi ai Mondiali”. Aprile, maggio, in piena estate o sospensione definitiva. E poi ancora: final four, playoff e playout. E le coppe europee? Il riassunto della situazione del mondo del calcio attuale è riassumibile in una serie di proposte ed interrogativi. L’eventualità che farebbe maggiormente comodo a tutti i campionati, con il benestare dell’UEFA, sarebbe quella di disputare le ultime giornate intorno alla metà di luglio.

In queste ore, però, tale visione pare essere più ottimistica che fattibile. In Italia, a scoraggiare quelli che pensavano ad una ripartenza per inizio maggio ci ha pensato il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Mentre dalla Francia spunta una nuova proposta.

Campionati, l’ultima idea viene da Nizza. A proporla il presidente del club rossonero

Jean-Pierre Rivère, presidente del Nizza, ha parlato dello stop forzato causa coronavirus, come riportato da SportMediaset.it. Il numero uno del club ha avanzato una proposta che potrebbe prendere piede nei prossimi giorni: “Perché non terminare questa stagione da agosto a ottobre, fare pausa vacanze invernale, ripartire con la stagione 2021/22 a febbraio, pausa estiva per gli Europei, terminare ad ottobre e quindi giocare i Mondiali?.

Una proposta tanto inusuale quanto proiettata al futuro, considerando che dal Mondiale in poi si potrebbe riprendere il normale ed abituale corso del calendario, come già la FIFA dovrebbe aver preventivato.

“Prima di tutto questa soluzione ci darebbe il tempo di regolare l’aspetto sanitario e preservare la salute di tutti, ridurrebbe le partite in inverno e aumenterebbe quelle d’estate: vedere una partita a maggio, giugno e luglio mi sembra più piacevole” ha concluso Rivère a favore della propria tesi. Sarà piacevole anche per chi scenderà in campo?

LEGGI ANCHE

Seria A, Castellacci: “La quarantena è ancora un problema, deve essere ridotta”

Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, l'ex medico sociale della Nazionale e presidente di LAMICA (Libera Associazione Medici Italiani Calcio) Enrico Castellacci ha...

LA PRIMA PAGINA

ULTIME NOTIZIE

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!