martedì, 14 Luglio 2020 - 15:37
Calcio Champions League Champions League, come cambia il torneo: gironi più ampi e più partite?

DIRETTORE RESPONSABILE MAURO PACETTI

SERIE A

News e Calciomercato

Champions League, come cambia il torneo: gironi più ampi e più partite?

È il torneo più ambito da tutti i club europei, il trofeo che tutte le squadre sognano di poter alzare al cielo, anche solo una volta nella storia. La Champions League è sempre affascinante e ogni anno regala agli appassionati di calcio partite epiche che rimangono negli annali. Questa storica competizione, nel segno di un rinnovamento che guarda anche al futuro economico del calcio mondiale, potrebbe essere soggetta ad una nuova revisione. Stando a quanto riportato dal Times, la formula dell’attuale competizione per come la conosciamo potrebbe cambiare. L’ipotesi che l’Associazione dei Club europei avrebbe in mente sarebbe quella di allargare la competizione a 17 partite rispetto alle attuali 13. Le soluzioni al vaglio delle squadre, che eventualmente partirebbero dalla stagione 2024-2025, sarebbero sostanzialmente due.

Champions League, otto gironi da sei squadre o ritorno al passato?

La prima ipotesi per il nuovo format, sarebbe quella di allargare la competizione aumentando il numero delle squadre per ogni girone, passando così dalle attuali quattro a sei. L’alternativa sarebbe quella di ritornare alla vecchia formula per i quarti di finale: due gironi da quattro squadre con le prime due classificate per ogni girone, che accederebbero così alle semifinali. Tale soluzione è stata già adottata in Champions League dal 1999 al 2003, con due gironi che decretavano le squadre qualificate ai quarti di finale della competizione. La volontà principale di aumentare il numero della partite sarebbe comunque quella di aumentare ancora di più la visibilità della Champions League e quindi anche dei ricavi derivanti da sponsor e diritti tv.

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui