martedì, 14 Luglio 2020 - 14:49
Calcio Champions League Champions League, sorteggi alle 12: chi possono pescare le italiane

DIRETTORE RESPONSABILE MAURO PACETTI

SERIE A

News e Calciomercato

Champions League, sorteggi alle 12: chi possono pescare le italiane

Champions League, bene le italiane ai gironi

L’eliminazione dell’Inter ai gironi di Champions League è stata l’unica appartenente alla sfera calcistica italiana. La Juventus ha annientato le avversarie che si è trovata davanti, arrivando a chiudere quasi a punteggio pieno. Il Napoli è riuscito ad insidiare il primo posto al Liverpool di Klopp, pur essendo in grandissima difficoltà. L’Atalanta ha invece scritto un’importante pagina di calcio, qualificandosi come seconda del girone dopo aver perso le prime 3 partite: prima volta nella storia della competizione.

Si può dire più che soddisfatto il movimento del calcio italiano, soprattutto per la Dea, che ha regalato una dolce sorpresa al Bel Paese. Ma alle 12 odierne, a Nyon, le urne decideranno il futuro delle squadre nostrane in Champions League. Numerosissimi i pericoli per l’Atalanta, che andrà incontro ad una squadra di prima fascia, così come il Napoli. Per la Juventus, più che pericoli si tratta di insidie.

Champions League, alle 12 il sorteggio: chi possono pescare le italiane

Per i bergamaschi si tratterà di un sorteggio di timore e speranza, sudore e disperazione. I nerazzurri hanno pareggiato contro il Manchester City in casa, ma forse è ancora troppo presto per incontrare un top club europeo. PSG, Bayern Monaco, LiverpoolBarcellona: questi sono i pericoli ai quali può andare incontro la Dea. Ma attenzione alle speranze: presenti anche Valencia e Lipsia.

Si tratterà delle stesse avversarie per il Napoli, escluso ovviamente il Liverpool. Al posto dei Reds ci saranno però i Citizens, che non fanno dormire sogni tranquilli a nessuna squadra europea. La Juventus ha invece qualche opzione in più. Lione e Chelsea sono probabilmente le due squadre meno forti da poter affrontare, con il Borussia Dortmund nello sfondo. Sarebbe meglio evitare il Tottenham dello Special One, José Mourinho, da sempre maestro della competizione. La pescata peggiore, però, potrebbe essere certamente quella che vedrebbe lo scontro con l’ex squadra di Cristiano Ronaldo: il Real Madrid.

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui