SERIE A

News e Calciomercato

Fiorentina, Iachini: “In quaranta giorni non ci si può aspettare quello che altri fanno da anni”

Sarà sicuramente una sfida cruciale per il proseguo del campionato quella di domani alle 15:00 tra Sampdoria e Fiorentina allo stadio Marassi di Genova. Entrambe le squadre sono in piena lotta salvezza e la squadra di Iachini, vuole subito dimenticare il ko interno contro l'Atalanta

Sarà sicuramente una sfida molto importante quella che vedrà di fronte Sampdoria e Fiorentina che si affronteranno domani alle 15:00 allo stadio Marassi di Genova. La 23^ giornata di Serie A, vedrà questo scontro salvezza che dirà molto sul futuro di entrambe le squadre.

Iachini
Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina

Il tecnico della Fiorentina Giuseppe Iachini lo sa bene e, intervenuto in conferenza stampa, ha presentato così la gara di domani: “Per i pochi giorni passati insieme e per il lavoro che stiamo svolgendo, ho visto grandi miglioramenti da parte della squadra. Forse abbiamo raccolto meno di quello che meritavamo ma vedo comunque il bicchiere mezzo pieno. Abbiamo ancora bisogno di tempo per lavorare e dobbiamo essere più fluidi nel possesso palla ma anche contro squadre più attrezzate di noi, abbiamo concesso comunque poco. In quaranta giorni non ci si può aspettare dal sottoscritto quello che altri fanno con anni. Il nostro obiettivo è arrivare ad essere sempre quelli visti a Napoli. Stiamo recuperando Chiesa sia mentalmente che fisicamente, sta crescendo e ci sta aiutando tanto anche sotto porta. Anche Duncan e Badelj sono cresciuti molto, quest’ultimo domani sarà convocato dopo l’infortunio”.

Iachini: “Ranieri? Per me è un maestro, sono felice di ritrovarlo”

Sarà una sfida particolare quella di domani, anche per i due allenatori. Ranieri infatti, proprio ai tempi della Fiorentina, ha allenato Iachini e domani si ritroveranno faccia a faccia in questo scontro salvezza: Ranieri? Per me è un maestro, sono felice di ritrovarlo. Da lui ho imparato tanto, sono stato suo capitano e ci lega un passato di lavoro insieme. Va considerato un grandissimo allenatore. Il percorso di Fiorentina e Sampdoria non è proprio uguale: noi abbiamo cambiato società e questo porta sempre a grandi stravolgimenti. Il percorso della Fiorentina comincia ora, ovviamente abbiamo bisogno di tempo. La Sampdoria, invece, ha un assetto più collaudato. Noi cerchiamo di curare tutto al meglio avendo grande attenzione alla partita perché abbiamo bisogno di fare punti. Dobbiamo essere sempre concentrati, migliorare nel palleggio e guardare partita dopo partita senza paura. Prima di cambiare modulo, dobbiamo avere delle certezze anche perché stiamo portando avanti un percorso di lavoro con tante cose da fare. Dobbiamo far arrivare la squadra ad avere delle consapevolezze che oggi non ci sono, ogni modulo dovrà darà equilibrio”.