SERIE A

News e Calciomercato

Fiorentina, Vlahovic un talento da conservare

In una stagione altalenante, la Fiorentina ha trovato poche certezze a cui ancorarsi. Il cambio allenatore, in particolare, ha condotto a degli equilibri da ridefinire per centrare una salvezza tranquilla. Beppe Iachini si è trovato a fare i conti con l’infortunio di Ribery, vero uomo in più della Viola, che ha costretto la compagine gigliata a correre ai ripari. Il risultato è stato l’esplosione progressiva del talento di Dusan Vlahovic.

L’attaccante serbo può rivelarsi l’uomo in più dalle parti di Firenze, vista la sua capacità di incidere a partita in corso. Spesso da subentrato, Vlahovic ha portato punti pesantissimi alla Fiorentina, siglando 6 reti anche contro avversari di lusso come Inter Napoli.

Vlahovic, tecnica e fisico: il paragone con Ibrahimovic

Per qualità fisiche e tecniche, Dusan Vlahovic è stato paragonato a Zlatan Ibrahimovic. Paragone pesante, che può rivelarsi scomodo, ma di cui il serbo si è detto lusingato. Fisicamente, la stazza è quella dei numeri 9 di peso, che in teoria dovrebbero agire spalle alla porta. Vlahovic, invece, tende a partire fronte alla porta, allargandosi per poi accentrarsi e tentare di concludere. La progressione palla al piede è una delle sue più grandi qualità, abbinata ad una tecnica notevole, ma comunque migliorabile vista la giovane età.

Reti come quella al San Paolo contro il Napoli non si realizzano per caso, mentre sono testimonianza di abilità nell’uso di entrambi i piedi. In linea di massima, il paragone con Ibrahimovic regge se si fa riferimento all’alba della carriera dello svedese, che comunque amava spaziare di meno e agire sempre nei pressi dell’area di rigore. L’evoluzione di Vlahovic può rivelarsi davvero interessante, con l’augurio che talenti del genere non fuggano dall’Italia, bensì contribuiscano a richiamare ulteriormente l’attenzione verso il nostro calcio, giunto ormai a pochi giorni dalla ripresa ufficiale delle attività, sebbene a porte chiuse.