SERIE A

News e Calciomercato

Milan-Juve, Commisso rilancia: “Avete visto il VAR…”

Continuano le tensioni a distanza tra Commisso, la Juventus e la classe arbitrale. Il rigore concesso a bianconeri nella gara di Coppa Italia con il Milan viene usato dal numero uno della Fiorentina per sottolineare come lui non sia il solo a parlare di favoritismi arbitrali e di Var

Le polemiche arbitrali nel calcio italiano ci sono sempre state e continuano ad esserci anche in questa stagione, malgrado il supporto tecnologico ai direttori di gara fornita dal Var e sempre più occhi pronti a controllare quello che avviene in campo. Ieri l’ultima polemica, dopo la sfida che ha visto coinvolte Milan e Juventus e quel rigore concesso nel finale alla formazione bianconera, grazie al quale è riuscita a rimettere le cose a posto con la nuova perla del solito Cristiano Ronaldo.

Cristiano Ronaldo
Milan-Juventus, il gol di Cristiano Ronaldo nel finale

Da settimane tiene banco il caso del presidente Commisso, che dopo la partita della sua Fiorentina con la Juventus era andato giù duro con le dichiarazione contro la classe arbitrale e soprattutto contro i continui favoritismi che gli arbitri riserverebbero, a suo giudizio, nei confronti della Juventus: “Sono disgustato, la Juventus spende 350 milioni di monte stipendi, non ha bisogno di aiuti arbitrali”, aveva detto il numero uno viola. Alle sue parole era seguita la risposta di Nedved con un botta e risposta che ha i suoi strascichi anche oggi, a più di due settimane dalla partita.

Milan-Juve, nuova frecciata di Commisso: “Non sono l’unico che ha parlato di ingiustizie”

Il presidente Commisso è tornato infatti a parlare di arbitri e di Juventus, rilanciando dunque le polemiche. Lo ha fatto dopo la partita di Coppa Italia Milan-Juventus, dove ai bianconeri è stato concesso un rigore al 91′ per fallo di mano di Calabria in area rossonera. L’episodio, anche andando a spulciare il regolamento, resterebbe dubbio e avrebbe dunque riacceso le polemiche. Commisso ha così commentato l’accaduto: “Sono molto rispettoso del calcio italiano, vorrei solo aiutalo a migliorare. Non sono l’unico che ha parlato di ingiustizie, ho visto quello che è successo ieri al Milan o a tante altre squadre che si sono lamentate. Per questo fare passi avanti con l’utilizzo del Var sarà una buonissima cosa per il calcio”.