SERIE A

News e Calciomercato

Inter, Icardi per sempre: adesso ha vinto Marotta

Inter, un anno fa la svolta con Mauro Icardi: ad oggi la ragione è di Beppe Marotta

Il 13 febbraio in casa Inter è una data di una certa importanza storica. Esattamente un anno fa, infatti, l’attaccante argentino Mauro Icardi venne privato della fascia di capitano della squadra nerazzurra.

Icardi
Icardi, ex attaccante dell’Inter

Da quel giorno il rapporto tra il bomber ed il mondo nerazzurro iniziò ad incrinarsi, anche a causa del nuovo Amministratore Delegato dell’Inter, Beppe Marotta, da poco insediatosi nel suo nuovo club. Quel giorno segna probabilmente l’inizio del nuovo corso interista, con la fascia di capitano passata all’esperto portiere sloveno Samir Handanovic. Mentre infatti un anno fa Mauro Icardi accusava problemi fisici di qualsiasi natura pur di non giocare, oggi l’estremo difensore ex Udinese starebbe lavorando sodo per rientrare al più presto dal suo infortunio.

Calciomercato Inter: la cessione in prestito di Icardi al Psg

La nuova svolta nel rapporto tra Mauro Icardi e l’Inter arriva la scorsa estate. Il bomber argentino, infatti, negli ultimi giorni della sessione estiva di calciomercato viene ceduto in Francia, al Psg. L’Amministratore Delegato nerazzurro, Beppe Marotta, riesce a piazzare un accordo con Leonardo per un prestito con diritto di riscatto fissato a 70 milioni. Nel contratto, comunque, sarebbe presente una clausola secondo la quale Icardi potrebbe rifiutare il riscatto per tornare in nerazzurro. Nel frattempo, in casa Inter, la sua maglia numero 9 passa sulle spalle del possente attaccante belga Romelu Lukaku, arrivato dal Manchester United, e già protagonista con gol nel Derby e con 31 gare disputate e ben 21 reti messe a segno in questa sua prima stagione italiana.

Icardi
Mauro Icardi, attaccante del PSG in prestito dall’Inter

Icardi e l’Inter, dalle promesse d’amore alla minaccia di trasferirsi alla Juventus

Mauro Icardi, però, avrebbe davvero spaventato sia il mondo Inter, sia i suoi tifosi. La moglie, ed agente del calciatore, Wanda Nara, prima avrebbe più volte dichiarato l’amore sconfinato del marito per la maglia ed il mondo nerazzurro, poi, però, avrebbe iniziato a parlare di Juventus. Proprio la Vecchia Signora sembrava la più accreditata per riportare in Italia l’attaccante argentino, e farne l’erede di Gonzalo Higuain, oltre che magari poter cullare maggiormente il sogno di trionfare in Champions League. Ad oggi, però, ad un anno da quel 13 febbraio che avrebbe cambiato i destini di Mauro Icardi e dell’Inter, sembrerebbe avere ragione Beppe Marotta. L’Inter, infatti, è sì uscita dalla Champions League nella fase a gironi, ma in campionato, mentre lo scorso anno era a 20 punti dalla Juventus capolista, oggi guida la classifica di Serie A proprio davanti al club bianconero.