Calcio Inter Inter, la vittoria dell'Europa League per tornare grande

Inter, la vittoria dell’Europa League per tornare grande

Con la finale di Europa League l'Inter vede la possibilità di interrompere un digiuno di trofei che dura dal lontano 2010, anno in cui i nerazzurri guidati da Mourinho e con in attacco El Principe Diego Milito hanno conquistato la Champions League

Obiettivo Europa League: l’Inter può tornare grande dopo dieci anni

Era il 22 maggio 2010. L’Inter scendeva in campo contro il Bayern Monaco al Santiago Bernabeu di Madrid. In panchina c’era un certo José Mourinho e i nerazzurri avevano l’opportunità di rompere una maledizione che durava da ben 45 anni. Il resto, è storia: ci ha pensato El Principe Diego Milito a regalare ai tifosi nerazzurri la terza Champions League della loro storia. Domani sera l’Inter è invitata a mettere fine ad nuovo tipo di digiuno, più breve ma probabilmente più faticoso. Da quella magica notte spagnola l’FC Internazionale, eccezion fatta per il Mondiale per Club, non ha vinto più nessun titolo e non ha sfiorato nemmeno lontanamente i fasti di quel ciclo.

Quest’anno, però, la musica è cambiata. In panchina è arrivato un altro allenatore, speciale tanto quanto lo Special One: Antonio Conte che, insieme alla sua esperienza oramai internazionale, ha riportato una mentalità vincente nell’ambiente Inter. Perché se dopo quell’incredibile Triplete può essere fisiologico un calo, soprattutto se non si rivoluziona la squadra, gli anni successivi sono stati sempre più difficili, a causa di cambi di proprietà, squadre non all’altezza della maglia indossata e frizioni interne. Questa stagione invece è stata nel segno di Antonio Conte: la sua Inter non gioca ancora del tutto come vorrebbe lui, ma è affamata. E il buon finale di campionato e l’ottimo percorso in Europa League lo dimostrano. Secondo posto ad un punto dalla Juventus campione d’Italia e finale europea dopo aver schiantato lo Shakhtar in semifinale.

Inter, Lautaro Martinez nel segno di Diego Milito: stesso destino in una finale?

Diego Milito
Diego Milito, ex attaccante dell’Inter

“La firma lui probabilmente questa finale, questa coppa. El Principe diventa re nella notte di Madrid”. Con queste parole Massimo Marianella, telecronista di Sky, ha descritto dieci anni fa l’incredibile prestazione di Diego Milito in seguito al gol del definitivo 2-0 nella finale del Bernabeu, consegnando nelle mani dell’Inter il Triplete. In qualche modo, domani, il destino ha giocato con i cuori dei tifosi nerazzurri: Lautaro Martinez proviene dal Racing Club, squadra in cui ha giocato proprio Milito. E proprio El Principe ha consigliato all’Inter l’acquisto del Toro, che in due stagioni si è preso il posto da titolare ed ha dimostrato di meritare quel numero che porta sulle spalle e, soprattutto, agli occhi dei tifosi, i colori che indossa.

E chissà che non sia proprio lui a regalare agli interisti la gioia che deriverebbe dalla vittoria finale, proprio nel segno di quel giocatore che lo ha praticamente spinto verso Milano e che è uno degli attaccanti più amati della storia dell’Inter. Adesso è tutto nelle mani di Lautaro, o per meglio dire nei piedi: tutto l’ambiente nerazzurro sta vivendo un vero e proprio sogno e certamente il Toro vorrà concludere la stagione nel migliore dei modi. Per risvegliarsi il giorno dopo e rendersi conto che non si trattava di un sogno, ma della realtà.

NOTIZIE PER TE

Inter, le Tre Vie di Vidal: così Conte punta al Nirvana

L'Inter lavora quotidianamente per costruire un gruppo vincente, per spezzare il dominio della Juventus e centrare quello Scudetto che manca dall'anno del Triplete. Per farlo, già nella scorsa stagione, si è affidata...

Calciomercato Inter, non solo Politano: anche Vecino al Napoli?

Dopo il passaggio di Politano al Napoli, l'Inter potrebbe imbastire una nuova operazione di mercato con il club partenopeo. Questa volta il giocatore in questione è Matias Vecino che è...

Spezia, in arrivo Chabot dalla Sampdoria poi colpo anche dall’Inter

Nomi nuovi per il mercato dello Spezia. In arrivo dalla Sampdoria, come riferito da Il Secolo XIX, il difensore della Sampdoria Julian Chabot. Accordo formulato sulla base del prestito...

Ranieri chiama Candreva, accordo con la Sampdoria? Attenzione al Napoli

Antonio Candreva resta il primo obiettivo della Sampdoria di Claudio Ranieri. Secondo le ultime indiscrezioni di calciomercato, lo stesso tecnico dei blucerchiati avrebbe contattato telefonicamente il giocatore dell'Inter ex...

Calciomercato Inter, Vidal esclude Eriksen? Marotta chiede 40 milioni

Oggi l'Inter ha ufficializzato Arturo Vidal che ha riabbracciato Antonio Conte, tecnico che lo aveva allenato alla Juventus dove, grazie proprio all'allenatore salentino, aveva messo in mostra tutte le...

LE PIU' LETTE DELLA SETTIMANA