Calcio Juventus Juventus, le prime parole di Pirlo: "Voglio un calcio propositivo"

Juventus, le prime parole di Pirlo: “Voglio un calcio propositivo”

Prima conferenza stampa per Andrea Pirlo da capo allenatore della Juventus. Grande attesa per scoprire qualcosa in più sull'ex centrocampista della nazionale. Tanti i temi trattati, dal modulo di gioco, al mercato. Parole d'ordine: calcio propositivo e entusiasmo

Ieri è stata una giornata importante per la Juventus e per Andrea Pirlo, che ha tenuto la prima conferenza stampa da allenatore bianconero. C’era grande attesa tra i tifosi per sentire le sue prime parole, considerando che l’ex centrocampista è alla prima esperienza in panchina. Le curiosità principali sono sostanzialmente: con che modulo e come giocherà la nuova Juventus? Pirlo non si è sbilanciato, rispondendo: “Non ho un modulo fisso, si può giocare a tre o a quattro dietro. L’importante è che sia un calcio di movimento, di rotazioni, con i giocatori pronti a recuperare la palla quando si perde il possesso“. Ma quali sono le sensazioni di Pirlo allenatore, che si è ritrovato catapultato all’improvviso in questa avventura? “Non sono riuscito a pensare nemmeno al passaggio in Under 23, tanto è stato veloce. Quando mi è stato chiesto ho però accettato subito, penso di essere al posto giusto; mi sono trovato subito a mio agio, anche parlando con la squadra“.

In questo senso inevitabili le domande sulle sue prime impressioni con i calciatori più importanti. “Ci siamo sentiti qualche giorno prima di iniziare con Ronaldo, poi con gli altri abbiamo chiacchierato di tutto, da amici. Ci sarà tanto tempo per gli aspetti tattici. Ho parlato anche con Higuain, è stato un grandissimo giocatore, anche qui alla Juventus, ma la soluzione migliore è che le strade si separino. Su Khedira valuteremo dopo il ritorno dall’infortunio“.

Juventus, Pirlo: “Cercherò di portare nuovo entusiasmo”

Pirlo allenatore della Juventus
Andrea Pirlo, nuovo allenatore della Juventus (foto by @imagephotoagency)

Uno degli obiettivi principali di questo cambiamento è quello di portare nuova linfa, soprattutto nei tifosi. Nel breve regno di Sarri, unito agli ultimi anni di Allegri, si era perso un po’ di entusiasmo. Pirlo punta soprattutto a ritrovare questa componente: “Bisogna portare entusiasmo giorno per giorno, parlare tanto con i giocatori, far capire certe situazioni, renderli partecipi e fare entrare in testa il nuovo modo di giocare“. Una battuta anche su Paulo Dybala: “Non è mai stato sul mercato, siete voi che mettere in giro queste voci. Appena rientrerà farà parte del progetto“.

In chiusura, l’ex centrocampista ha spiegato anche la scelta del suo vice allenatore, Igor Tudor: “Avevo bisogno di un assistente con esperienza, che avesse già fatto il capo allenatore da qualche parte, che fosse un ex difensore. E soprattutto che avesse un certo tipo di personalità all’interno dello spogliatoio e del campo. In più è un ex Juve, quindi era la persona perfetta“. Sicuramente per adesso l’entusiasmo a Torino non manca, non resta che aspettare il responso del campo.

NOTIZIE PER TE

Roma-Juventus 2-2: Veretout non basta, Ronaldo salva i bianconeri

Una grande Roma non riesce a battere la Juventus. La squadra di Paulo Fonseca disputa una super partita, mette alle corde la compagine di Pirlo, ma non capitalizza le...

Roma-Juventus, Paratici: “Dzeko? Milik ha bloccato la trattativa e abbiamo scelto Morata”

La Roma ospita la Juventus nel posticipo domenicale della seconda giornata di Serie A. Il tecnico Paulo Fonseca rispetta le scelte della vigilia, mentre tra i bianconeri la grande...

NOTIZIE DI PRIMA PAGINA

Milan, ahi Pioli! Ibrahimovic-Rebic Ko, allarme in attacco

Il Milan centra la seconda vittoria consecutiva in campionata, la quarta nelle ultime due settimane. Nonostante l'ottima partenza stagionale, il tecnico rossonero Stefano Pioli è abbastanza preoccupato a causa...

Roma, Fonseca: “Contento della prestazione, deluso dal risultato. Dzeko? Buona gara, gli errori…”

Non è bastata la grande prestazione di Jordan Veretout alla Roma per piegare i Campioni d'Italia in carica della Juventus. I giallorossi, traditi dagli errori grossolani di Edin Dzeko,...

LE PIU' LETTE