Calcio Juventus Juventus, non solo Ronaldo: il suo spostamento fa scoprire nuove armi a...

Juventus, non solo Ronaldo: il suo spostamento fa scoprire nuove armi a Sarri

La Juventus è ripartita in Serie A a tutta velocità. Dopo la sconfitta il Coppa Italia contro il Napoli, Sarri ha rimesso Ronaldo a sinistra. Questa soluzione oltre a scatenare le potenzialità del duo con Dybala ha fatto riscoprire al tecnico alternative importanti per l'attacco.

Dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia contro il Napoli, Cristiano Ronaldo e Maurizio Sarri sono stati i due bianconeri più bersagliati da critiche per l’insuccesso. Dalla ripresa della Serie A, però, la Juventus non ha perso un colpo, Ronaldo è tornato ad essere decisivo e Sarri ha riscoperto la totalità del proprio attacco.

Il segreto di questa evoluzione sta nella nuova-vecchia posizione in campo di Cristiano Ronaldo. In Coppa Italia il portoghese è stato fatto giocare come centravanti e non ha reso al meglio. Dopo questo fallimento, Sarri a partire dalla gara contro il Bologna ha riposizionato Ronaldo sulla fascia sinistra dando spazio al centro a Dybala. Il risultato è stato quello di ottenere 3 vittorie consecutive con 3 goal a testa per il duo d’attacco.

Un feeling ritrovato quello tra Ronaldo e Dybala certificato dallo stesso Sarri al termine della partita di Genova ai microfoni di Sky Sport. “Abbiamo cambiato qualcosa a livello di movimenti – ha dichiarato il tecnico juventino – ma l’intesa di Ronaldo e Dybala è migliorata. I due si cercano di più sia in campo sia in allenamento“.

Juventus, le nuove risorse di Sarri per l’attacco

Federico Bernardeschi
Federico Bernardeschi, centrocampista della Juventus

Lo spostamento di Cristiano Ronaldo, però, oltre ad aver fatto rinascere l’affiatamento con Dybala ha portato a dare nuove chance ad alcuni giocatori che parevano dimenticati. Il primo fra questi è Federico Bernardeschi, che da Bologna in poi è sempre partito titolare in attacco, mettendosi in mostra anche con buone prestazioni.

L’altra risorsa in più che Sarri spera di aver ritrovato è Douglas Costa. Il brasiliano con il Lecce ha servito a De Ligt l’assist per 4 a 0 e con il Genoa è andato in rete sempre da subentrato. La speranza è che i suoi problemi fisici siano terminati e Douglas Costa possa avere la chance di dimostrare le sue enormi potenzialità in campo. Oltre a questi due, non è da dimenticare anche Gonzalo Higuain, che quando ritroverà la condizione potrebbe rivelarsi una pedina fondamentale nella corsa allo scudetto.

Con il recupero di questi giocatori, la Juventus potrà ruotare maggiormente i suoi interpreti in modo da affrontare al meglio il finale di Serie A e farsi trovare pronta per la ripresa della Champions League.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui