Juventus, Ronaldo e la Champions: per i 35 anni il regalo è europeo

Domani l'attaccante portoghese compirà 35 anni: la UEFA rende il merito e Cristiano, con 50 gol in 70 partite, cerca altri record e con l'Europa e la Champions tutto diventa più semplice

Cristiano Ronaldo compie 35 anni, eresia raccontarlo un giorno prima, non ce ne voglia il campione, ma con una Juventus con la quale è già forte di record, quello che più adesso può invocare il fenomeno portoghese non può che essere rivolto all’Europa. 35 anni con l’ambizione di vincere la sesta Champions League in carriera, la voglia ed il desiderio di essere il più forte di tutti e, con l’Europa tra le mani, certamente diventa più facile.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo, gol contro la Fiorentina (@imagephotoagency)

Una forma record per Cristiano, con 22 gol in 27 partite stagionali; 9 partite consecutive senza mancare la rete, numeri impressionanti che a pensarci vanno anche sopra l’umana immaginazione ma, d’altronde, lui è l’uomo che sa volare (e lo sanno bene i blucerchiati) quindi inutile stupirsi. Magari lo faremo quando arriverà a quota 11, raggiungendo Batistuta e Quagliarella che in Serie A, loro, ci sono già riusciti.

Non si stupisce nemmeno la UEFA che omaggia il fuoriclasse portoghese su Twitter rendendo noto il compiacimento per la classe dell’ex Real Madrid. 50 marcature in 70 partite, numeri impressionanti per uno che di sicuro mirerà adesso ai 100 gol in maglia bianconera, soprattutto dopo il susseguirsi delle tante voci di mercato che raccontano un addio prematuro del giocatore la prossima estate per provare una nuova esaltante avventura. E quando il tempo stringe, certo è che CR7 sa farsi trovare pronto ed in termini di record altre 50 reti in poco più di 3 mesi non possono essere un problema. L’Europa allunga i tempi, poi. Ronaldo ci prova e la Juve sogna, perché se l’obiettivo comune è la permanenza in Champions, allora si può davvero iniziare a sperare.