giovedì, 9 Luglio 2020 - 23:37
Calcio Juventus Sarri Potter? Il mago è Roberto De Zerbi

DIRETTORE RESPONSABILE MAURO PACETTI

SERIE A

News e Calciomercato

Sarri Potter? Il mago è Roberto De Zerbi

Maurizio Sarri, arrivato in estate sulla panchina della Juventus per sostituire Max Allegri, ancora non è riuscito ad imprimere ai bianconeri la propria filosofia di gioco, nonostante i diversi fuoriclasse a disposizione. Non si può dire lo stesso di Roberto De Zerbi che sta proponendo un calcio divertente e spumeggiante alla guida del Sassuolo

Sarri Potter? Il mago è Roberto De Zerbi. L’allenatore della Juventus Maurizio Sarri e il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi hanno molto in comune: l’amore per il bel gioco, una vena offensiva e una spiccata attenzione agli schemi tattici della squadra. I due però stanno vivendo momenti molto diversi nei rispettivi club.

Il condottiero bianconero, arrivato in estate per portare il “bel gioco” a Torino, sta incontrando diverse difficoltà a imporre la sua visione di calcio alla corazzata piemontese. Solo a tratti si sono intravisti i principi tattici che l’allenatore toscano aveva mostrato prima a Empoli e poi a Napoli.

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, allenatore della Juventus

La sconfitta di Lione, nella gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League, ha evidenziato infatti diverse lacune della Vecchia Signora. Alla ripresa del campionato la Juventus dovrà necessariamente invertire la rotta. Avendo a disposizione diversi campioni nel reparto offensivo del calibro di Cristiano Ronaldo e Dybala (solo per citarne alcuni) per riuscire a giocare un calcio più tecnico e offensivo non dovrebbe servire la bacchetta magica a Sarri.

Dal Foggia al Sassuolo: il capolavoro del mago De Zerbi

Chi invece la magia è riuscito a controllarla egregiamente è stato l’allenatore del Sassuolo De Zerbi che, pur senza grandi campioni in rosa, si è messo in mostra proponendo un calcio divertente e spumeggiante. Per tale motivo la dirigenza emiliana ha deciso di rinnovare il contratto del tecnico per altri due anni.

L’ex centrocampista cresciuto nelle giovanili del Milan ha dimostrato di poter fare grandi cose con i giocatori a disposizione che, oltre ad assimilare pienamente i suoi principi tattici, si muovono come un corpo unico, simile ad una macchina che segue le istruzioni acquisite. Fin dalla prima esperienza alla guida del Foggia nel 2015/2016, De Zerbi era riuscito a farsi notare, nonostante la Serie C privilegia la concretezza alla costruzione tattica.

Roberto De Zerbi
Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo

L’allenatore lombardo, infatti, predilige l’impostazione del gioco dal portiere, le giocate di prima dei calciatori di maggior talento, ma soprattutto il pressing alto e l’aggressività sulle seconde palle che impediscono agli avversari di organizzare l’azione. Al di là dei tatticismi vari, De Zerbi è riuscito anche a compiere un lavoro straordinario sui singoli, rivalorizzando Domenico Berardi e Manuel Locatelli e contribuendo all’esplosione di Jeremie Boga.

Boga del Sassuolo
Boga, attaccante del Sassuolo

L’ex Chelsea è l’incubo dei difensori nell’uno contro uno, tant’è che è il record di dribbling riusciti in questa stagione appartiene proprio al giovane talento ivoriano. L’unica pecca della favola Sassuolo riguarda i numerosi cali di tensione che spesso compromettono l’esito finale di alcune partite. Nonostante qualche disattenzione di troppo, però, non si può negare la grande crescita della compagine neroverde sotto la guida del mago De Zerbi.

TUTTE LE NOTIZIE DI

LEGGI ANCHE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui