Calciomercato Milan: Ibrahimovic ha detto si

547

Calciomercato Milan: colloqui in corso per il ritorno di Ibrahimovic in rossonero

MILAN CALCIOMERCATO IBRAHIMOVIC / Sembra praticamente un affare concluso quello tra l’attaccante svedese e i vertici rossoneri. In queste ore si stanno discutendo i termini per il ritorno dei Zlatan al Milan. Attualmente come tutti sappiamo, il calciatore sta giocando negli Stati Uniti per la squadra dei Los Angeles Galaxy. Il contratto lo legherebbe negli USA fino al 2019, ma dopo la mancata qualificazione ai play off l’attaccante non esclude un possibile ritorno al calcio europeo. Sicuramente una cosa che fa riflettere è il cambio di stipendio che ha dovuto subire dopo il trasferimento oltreoceano. Nei Galaxy il suo portafoglio si riempie di “soli” 1,5 milioni di euro netti l’anno, più quelli degli sponsor che portano il totale a 4 miseri milioni. Altri numeri davvero rispetto ai tempi dell’Inter, in cui il suo stipendio era di 15 milioni. Ibra quindi non deve essersi abituato molto bene al clima caldo e umido della California, tanto d’aver dato la disponibilità per rivedere la nebbia di Milano. Ora manca solo l’ok della società rossonera.

Ritorno al Milan: pro e contro

calciomercato milan, ibrahimovic, raiola, scaroni
Zlatan nei Los Angeles Galaxy

IBRAHIMOVIC CUTRONE MILAN / I tifosi che hanno vissuto l’era Zlatan al Milan saranno sicuramente entusiasti. Ma emotività a nostalgia a parte, Ibrahimovic sarebbe veramente un aiuto decisivo per il Milan, oppure bloccherebbe lo sviluppo di altri giovani giocatori? In effetti lo svedese non è più un ragazzino, i suoi 37 anni iniziano forse a farsi sentire. Dal periodo Milan sono passati quasi 10 anni, e quindi non possiamo aspettarci le stesse prestazioni dell’epoca. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, non tutti vedono positivamente il possibile ritorno di Ibra. Stefano Cuoghi, ex centrocampista vede questo ritorno come dannoso per la crescita di altri giocatori!
“In generale non mi esaltano i cavalli di ritorno, e questo ancora meno.”
Rischi? Rallentare la crescita di Cutrone, per esempio, fino a quando Patrik deve dividere i minuti con Higuain, o giocare insieme al Pipita, è tutto ok.. ma se aggiungiamo anche Ibrahimivic a quel reparto, lo spazio si chiude“.
Ma se ci sono quelli a cui questa situazione non piace, ce ne sono molti altri davvero entusiasti di questo possibile ritorno, che vedono in Zlatan un maestro da cui i rossoneri possono imparare tanto.

Incontro tra l’agente Raiola e il dirigente rossonero Leonardo

raiola-1951-kFn-U111034826421rwC-1024×576@LaStampa.it
Mino Raiola

IBRAHIMOVIC MILAN RAIOLA / Ora serve solo aspettare l’ufficialità della cosa. Elliot avrebbe dato la disponibilità, assieme a quella del calciatore per sei mesi a Milano. A quanto sembra in queste ultime ora i contatti tra Raiola e Leonardo ci sono stati. I dirigenti del Milan vogliono assicurarsi d’avere questo asso nella manica per continuare la stagione di campionato e di Europa League. Probabilmente un giocatore non basterebbe per spostare gli equilibri di una squadra in modo così decisivo ma porterebbe la sua esperienza dalla quale imparare molto. Oltre allo svedese, a gennaio sicuramente il Milan ci offrirà altre sorprese in ambito di calciomercato.