Calcio Milan Come ti cambio il Milan: Ibrahimovic salvatore della patria (e di Pioli)

Come ti cambio il Milan: Ibrahimovic salvatore della patria (e di Pioli)

Zlatan Ibrahimovic è il Milan e il Milan dipende da Ibra. Nonostante l'avanzare dell'età, il gigante svedese è ancora un giocatore di altissimo livello che fa la differenza in campo e fuori. Quanto durerà questo matrimonio coi rossoneri?

Dal suo arrivo a gennaio il Milan ha letteralmente cambiato volto. Zlatan Ibrahimovic nonostante l’età avanzata si è rivelato essere un trascinatore dentro e fuori dal campo. Con il suo arrivo Stefano Pioli ha potuto trovare un assetto stabile alla squadra in campo. E il frutto dell’ottimo lavoro si sta vedendo in particolare in questo periodo post lockdown con un Milan capace di battere Roma, Lazio e Juventus.

La seconda avventura in rossonero di Ibra era iniziata a gennaio tra mille dubbi ed incertezze dettate dall’età. Ma fin dal suo debutto nel finale della gara contro la Sampdoria si è vista l’importanza del suo talento e soprattutto della sua esperienza. In totale tra campionato e Coppa Italia lo svedese ha disputato 13 partite andando a segno 6 volte, ma fornendo anche numerosi assist e facendo da punto di riferimento al centro dell’attacco. Sotto la sua ala sono rinati i vari Castillejo, Rebic e anche il giovane Leao sta imparando ad essere decisivo.

Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic
Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic, allenatore e attaccante del Milan (foto by @imagephotoagency)

Milan, Ibrahimovic è il presente ma il futuro è un’incognita

Ibrahimovic, poi è stato anche un talismano, con lui in campo i rossoneri hanno perso solamente due volte. La prima sconfitta è quella nel derby per 4 a 2. L’altro stop è quello prima del lockdown nella gara interna contro il Genoa. Nel complesso il bilancio del Milan con lo svedese in campo in campionato parla di 6 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte. A queste vanno poi aggiunte il successo sul Torino in Coppa Italia e il pareggio con la Juventus nella semifinale di andata. Ora la domanda che tutti si fanno è se nel nuovo Milan targato Ralf Ragnick ci sarà spazio per Ibrahimovic.

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, bisognerà attendere il termine della stagione per capirne qualcosa in più. Ciò che è certo è che il rapporto con Gazidis non è idilliaco, ma nel caso arrivasse una proposta Ibra la valuterebbe. Gli ostacoli principali che potrebbero incidere sulla trattativa sono, però, la lontananza dalla famiglia che è a Stoccolma e la questione dell’ingaggio. Qualora decidesse di restare, infatti, Zlatan potrebbe trovarsi di fronte alla possibilità di avere un ingaggio più basso.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

Calciomercato Milan, sgarbo all’Inter: Maldini studia un colpo da sogno

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il calciomercato del Milan è in procinto di decollare definitivamente, per regalare al tecnico Pioli una squadra competitiva. La Champions League sarà il target minimo...

Calciomercato Milan, c’è l’accordo: colpo da 30 milioni

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il pianeta calciomercato Milan è tornato ad orbitare attorno agli obiettivi designati. A farla da padrone, l'idea di costruire una rosa...

Calciomercato Milan, 35 milioni di qualità: Maldini supera la concorrenza

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il Milan resta attivo in tema calciomercato, sia in entrata che in uscita. Al netto di qualche addio necessario, i rossoneri intendono rinforzare...

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui