Calcio Milan Milan, altra doppietta di Ibrahimovic: lo svedese insegue il rinnovo a suon...

Milan, altra doppietta di Ibrahimovic: lo svedese insegue il rinnovo a suon di gol

Il curioso caso di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese continua a segnare e ad essere decisivo nel Milan a quasi 39 anni. Tuttavia, non ci sono ancora notizie sul rinnovo, che a questo punto però appare quasi inevitabile. L'eterno giovane e forte Ibra vuole disputare un'altra stagione da protagonista e riportare il Milan a lottare per il titolo.

Zlatan Ibrahimovic va ancora a segno, e lo fa con un’altra doppietta esterna, dopo quella di Sassuolo. Con i due gol di ieri alla Sampdoria fanno 9 in 17 partite di campionato, conditi da 5 assist. Non male per quello che veniva definito colpo mediatico, o utile solo per la leadership nello spogliatoio. Il gigante svedese ha saputo unire le varie qualità, contribuendo anche sul campo alla trasformazione del Milan. Il buon lavoro di Pioli, probabilmente, non sarebbe stato ottimo senza il cardine rappresentato da Ibrahimovic. Anche gli altri compagni si sono affidati a lui e alle sue qualità, migliorando sensibilmente le loro prestazioni in campo. Gli esempi lampanti sono Calhanoglu e Rebic, ma anche Kessiè, Leao e Saelemaekers.

Lo svedese, a dispetto delle attese, sta dimostrando anche un’eccellente condizione fisica, considerando le tante partite ravvicinate giocate in questo periodo. Anzi, più partite gioca e più sembra migliorare. Oltre ai vari attestati di stima, arrivati dai compagni, dal tecnico Pioli e dall’ex compagno Pippo Inzaghi, oggi sono arrivati anche i complimenti di Kylian Mbappè. Il fenomeno francese del Psg, ha scritto su twitter: “Sto riguardando la partita del Milan, che giocatore Ibra a 38 anni!“. Lo stesso Zlatan, nell’intervista post gara di ieri, aveva detto: “Mi sento come Benjamin Button, sono sempre stato giovane, mai vecchio“.

Milan, Ibrahimovic scalpita: la situazione della trattativa

ibra gol
L’esultanza di Ibrahimovic – Photo by @imagephotoagency

Rispetto a poche settimane fa, quando il rinnovo sembrava proibitivo, ora è cambiato tutto. La rinuncia a Rangnick e la conseguente conferma di Stefano Pioli, avvicina anche lo svedese al rinnovo con il Milan. Il tecnico parmigiano ha subito fatto di Ibra un leader, carismatico e tecnico; in varie conferenze stampa ha fatto capire quanto sia stato fondamentale il suo apporto. Anche Zlatan ha speso belle parole nei confronti di Pioli, come ieri nel post partita: “Sono molto contento per il mister, perché ha fatto un lavoro forte e difficile, e dunque merita questo premio della conferma“. Insomma la volontà di queste due parti sembra chiara, nel voler proseguire insieme. Resta da ‘convincere’ la società, che vorrebbe anche ringiovanire il reparto d’attacco; anche se sembra difficile rinunciare a questo Ibrahimovic.

Secondo la Gazzetta dello Sport, le condizioni per il rinnovo, dettate dallo svedese, sono: 6 milioni di ingaggio, garanzie d’impiego e garanzie di potenziamento della rosa. Già, perché lo svedese, se resta è per puntare a lottare per il titolo. Lui stesso lo disse in un’intervista: Se resto anche il prossimo anno, vinciamo lo scudetto. Un incontro tra le parti è previsto per la prossima settimana, nel quali si parlerà anche di Donnarumma, altro assistito di Raiola. La società rossonera punta ad abbassare la richiesta d’ingaggio di Ibra, partendo da 4 milioni più bonus. L’accordo è possibile, considerando anche che un altro sponsor importante per lo svedese, è rappresentato da Maldini. Benjamin Button sembra pronto ad un’altra avventura da protagonista.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui