Calcio Milan Milan-Juventus, Pioli contro Sarri, Ibra sfida Ronaldo: ma occhio a Higuain

Milan-Juventus, Pioli contro Sarri, Ibra sfida Ronaldo: ma occhio a Higuain

Milan-Juventus è il big match della trentunesima giornata di Serie A. E' la partita che può decidere le sorti della stagione: Juve a +7 e +11 su Lazio e Inter. Milan a 2 punti dalla zona Europa League. Momento di forma positivo per le due squadre. Sarà il match dei ritorni, con Bonucci e Higuain che tornano a San Siro, Ibra sfida Ronaldo e la sua prima squadra italiana

Motivazioni al massimo, partita tra grandi ex, due obiettivi diversi da raggiungere: tutto questo è Milan-Juventus. Nel big match della trentunesima giornata di Serie A, le due squadre si daranno battaglia nella splendida cornice di San Siro, che nonostante l’assenza del pubblico, saprà regalare grandi emozioni e spettacolo. La partita è in programma domani alle 21:45. Momento di forma positivo per le due squadre: il Milan viene da tre vittorie e un pareggio contro la Spal; la Juventus si presenta con quattro vittorie consecutive e sette totali se si considerano le partite prima del lockdown.

Stefano Pioli sembra aver trovato il modulo e i giocatori adatti per esprimere al meglio il suo calcio. Rebic in stato di grazia, Calhanoglu completamente rigenerato e Zlatan Ibrahimovic che ha già ripreso in mano la squadra, dopo il ritorno con goal contro la Lazio. Sarri, dopo le critiche per la finale di Coppa Italia persa contro il Napoli, ha cambiato decisamente mentalità e passo. Completamenti rigenerati Bernardeschi e Rabiot, in attesa del miglior Gonzalo Higuain.

Milan, Pioli con Ibra, Ibra per Pioli: forza, esperienza e mentalità vincente

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic, dopo il gol sulla Lazio

“Un nuovo Milan”. Potrebbe essere questo il titolo che rappresenta al meglio il momento di forma dei rossoneri. Dopo lo stop forzato, la squadra di Stefano Pioli è cambiata: forza, sacrificio, mentalità giusta e, soprattutto, grande organizzazione tattica. Movimenti collaudati, giocatori che esprimono al massimo il loro valore e nessun calo di tensione.

Il merito di Pioli è di aver ridato fiducia a tutti, a partire da Rebic e Calhanoglu, passando per Bennacer e Theo Hernandez, veri trascinatori di questa squadra, Ciò nonostante dalle parti di Milanello è sempre presente l’ombra tedesca: quella di Ralf Rangnick. La società rossonera sembra indirizzata a non confermare l’attuale tecnico e stravolgere nuovamente l’assetto della squadra con l’arrivo del tecnico ex Lipsia.

Stefano Pioli
Stefano Pioli, allenatore del Milan

Tanti i cambi in panchina del Milan in un solo anno: Gattuso prima, Giampaolo poi, l’approdo di Pioli e il probabile arrivo di Rangnick. Il cambiamento si sa, molto spesso, genera benefici, ma allo stesso tempo azzera tutto il lavoro fatto in precedenza. Per poter programmare il futuro, bisogna passare necessariamente dal presente. Pioli consapevole della situazione, si è sempre dimostrato un grande professionista e tutto questo si vede in campo. Dopo il suo arrivo, i rossoneri sembrano aver ritrovato serenità e voglia, grazie anche all’aiuto di Zlatan Ibrahimovic.

Il bomber svedese ha portato una ventata d’aria fresca dalle parti di Milanello: esperienza, talento e forza al servizio della squadra. L’obiettivo dichiarato è il ritorno in Europa, con Pioli e soprattutto con Ibra i rossoneri possono davvero sognare.

Juventus, la mano di Sarri si vede: verso il nono titolo consecutivo

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, allenatore della Juventus

Maurizio Sarri, arrivato alla Juventus dopo il ciclo vincente di Massimiliano Allegri, ha voglia di continuare la sua esperienza in quel di Torino. Tante le critiche rivolte verso l’ex Napoli in questa stagione, dal gioco poco brillante, passando per scelte discutibili, i titoli sfumati contro Napoli e Lazio e la sconfitta contro il Lione in Champions League. Lo stop, però, è stato un vero toccasana per i bianconeri: la squadra ha ritrovato armonia, motivazioni e quel “bel gioco” tanto professato in questi mesi. La mano di mister Sarri comincia ad intravedersi. Dopo la ripresa della Serie A, la Juve ha trovato con facilità la via del goal, merito della coppia Ronaldo-Dybala in un momento di forma straordinario. Sarri ha ridato maggiore consapevolezza al gruppo, soprattutto a due giocatori molto criticati in questi mesi: Bernardeschi e Rabiot.

Fino a qualche mese fa i due sembravano destinati a partire, ora sono parte integrante del progetto. Maurizio Sarri dopo aver recuperato questi giocatori, dovrà fare un ultimo piccolo sforzo, ovvero recuperare anche Gonzalo Higuain. Il Pipita ha vissuto mesi difficili, tra infortuni e malcontento generale. Nella partita di domani contro il Milan avrà una grande occasione vista l’assenza di Dybala. Il tecnico toscano è pronto a rilanciarlo dal primo minuto.

Milan-Juventus, sfida dei grandi ex: da Bonucci a Ibra, fino ad arrivare a Gonzalo Higuian

Calciomercato Juventus Higuain
Gonzalo Higuain, attaccante della Juventus

La partita di domani potrebbe portare a Juventus verso il nono titolo consecutivo, ma il Milan, in un momento di forma straordinario, non si arrenderà facilmente. L’ultima vittoria dei rossoneri a San Siro è datata 22 ottobre 2016, quando Locatelli siglò il goal del definitivo 1 a 0 finale. Poi tanti successi Juve, come quello dello scorso anno per 2 a 0, grazie alle reti di Ronaldo e Mandzukic. Ma sarà, anche, la sfida dei grandi ex: con il ritorno a San Siro per Bonucci e Higuain e con Ibra che sfida il suo passato.

Tanti due duelli in campo, ma quello più affascinante sarà quello tra Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic. A volte si dice “l’età è solo un numero” è questi due campioni sembrano confermarlo. Ronaldo con 25 goal in campionato in 30 giornate; Ibra, arrivato a gennaio, ha segnato già 4 reti in 10 presenze in Serie A e il ritorno con goal contro la Lazio, gli è servito come allenamento per arrivare al top della forma per questa sfida. La sorpresa potrebbe portare il nome di Gonzalo Higuain. Nella stagione travagliata con i rossoneri, il macigno del rigore sbagliato contro la sua vecchia squadra, poi l’espulsione e l’addio, sei mesi travagliati in quel di Milano. Ma il Meazza è tappa preferita del Pipita. In questa stagione contro l’Inter, goal decisivo per il 2 a 1 finale e doppietta nel 2017 proprio contro i Diavoli. Sarà lui l’uomo decisivo del match? Per capirlo dovremmo attendere domani, ma Milan-Juventus rappresenta, in questo momento storico, la massima espressione dello sport più bello del mondo. Si apre il sipario, si accendono le luci della ribalta: lo spettacolo può iniziare.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

Calciomercato Milan, 35 milioni di qualità: Maldini supera la concorrenza

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il Milan resta attivo in tema calciomercato, sia in entrata che in uscita. Al netto di qualche addio necessario, i rossoneri intendono rinforzare...

Calciomercato Juventus, Sarri in bilico: ecco la scelta di Agnelli

NEWS CALCIOMERCATO JUVENTUS - La Juventus ha vinto il nono Scudetto consecutivo, concludendo il campionato con un punto di vantaggio sull'Inter. Per Maurizio Sarri si tratta del...

Calciomercato Juventus, Ronaldo dà una mano: nuova idea per Paratici

NEWS CALCIOMERCATO JUVENTUS – Lavoro di calciomercato per la Juventus, in attesa del grande ritorno in Champions League, ed ultimissime notizie che, dalla Spagna, parlerebbero di...

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui