Ronaldo salva una Juventus imbarazzante, Milan da applausi: a San Siro finisce 1-1

Finisce 1-1 la semifinale d'andata di Coppa Italia tra Milan e Juventus. I rossoneri sono protagonisti di una splendida gara e vanno meritatamente in vantaggio con Rebic. La squadra di Sarri, invece, non brilla, si affida alle giocate di Dybala e nel finale di match trova il pareggio solamente con un calcio di rigore di Ronaldo. La qualificazione si deciderà al ritorno, in programma il 4 marzo all'Allianz Stadium

Dopo le batoste rimediate in campionato contro Inter e Verona, Juventus e Milan si sfidano nella semifinale d’andata della Coppa Italia. I rossoneri vogliono a tutti i costi qualificarsi per la finale, nella speranza di conquistare un trofeo che manca dal 2016.

Milan-Juventus
Milan-Juventus, termina 1-1 la semifinale d’andata di Coppa Italia

I bianconeri, invece, cercano il riscatto dopo il Ko contro l’Hellas e si affidano al tridente inedito formato da Ronaldo, Dybala e Cuadrado. I tifosi della Juventus attendevano una risposta dalla squadra sin dalle prime battute del match e invece, è il Milan a fare la partita e a sfiorare il gol in più occasioni.

La Juventus si affida ai piedi sapienti di Dybala e alle fiammate di CR7, ma la difesa del Milan chiude bene tutti gli spazi e Donnarumma non viene mai chiamato in causa nel corso della prima frazione di gioco. Buffon, a differenza del collega, ha il suo bel da fare, soprattutto su una conclusione di Calabria, su cui l’ex numero uno della Nazionale compie un miracolo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma il Milan mette alle corde i bianconeri, grazie anche all’ottima intesa in attacco tra Rebic e Ibrahimovic.

Ronaldo salva una brutta Juventus: non basta il cuore al Milan

Nella ripresa non cambia l’andamento del match, il Milan continua a premere sull’acceleratore, mentre la Juventus non riesce a creare un’azione pericolosa. Al 47Rebic, solo davanti a Buffon, costringe l’estremo difensore dei bianconeri ad un grande intervento. La compagine di Sarri, ancora una volta, appare senza idee, mentre il Milan, rispetto al secondo tempo disputato nel Derby, è pimpante e determinato. Al 61Rebic fa esplodere San Siro: cross preciso di Castillejo e girata volante del croato che anticipa De Sciglio e realizza il gol dell’ 1-0.

Nonostante lo svantaggio la Juventus non dà la sensazione di poter riprendere la gara. Sarri prova a rimescolare la carta, ma nemmeno l’ingresso di Higuain e Bentancur riescono a far scattare la scintilla. Nel finale la partita diventa molto nervosa, Hernandez si fa espellere per un bruttissimo fallo di Dybala, mentre la Juventus coglie il pareggio grazie ad un calcio di rigore di Ronaldo, assegnato dal VAR per un fallo di mano di Calabria, proprio su una rovesciata volante del portoghese che spiazza Donnarumma dagli undici metri.

Non basta il cuore al Milan. I rossoneri, però, sono protagonista di una prestazione da applausi. La Juventus, invece, fornisce l’ennesima prova imbarazzante della stagione. Finisce 1-1, tutto rimandato alla gara di ritorno, ma la squadra di Pioli (al ritorno dovrà fare a meno di Castillejo, Hernandez, Kessiè e Ibrahimovic per squalifica) meritava qualcosina in più. Sarri, ancora una volta, avrà il suo bel da fare.