Lecce, il curioso caso Giannelli Imbula: un colpo davvero inosservato

La strana storia di Giannelli Imbula, il giocatore del Lecce tra scandali di mercato ed un presente da escluso di lusso

E’ arrivato al Lecce come uno dei possibili colpi estivi della società salentina del Presidente Sticchi Damiani. Ma al momento, di Gilbert Imbula Wanga, meglio conosciuto come Giannelli Imbula, si sono avute pochissime tracce in Serie A.

Imbula
Imbula, centrocampista del Lecce

Il ventisettenne congolese, infatti, è sceso in campo soltanto 4 volte, segnando comunque una rete in Coppa Italia. Il tecnico dei giallorossi, Fabio Liverani, non lo riterrebbe al momento idoneo in virtù di una condizione fisica ritenuta piuttosto deficitaria, con un infortunio che ne avrebbe compromesso anche parte della preparazione estiva. Anche durante la stagione Imbula sarebbe rimasto vittima di due infortuni che lo avrebbero tenuto un pò ai margini della rosa. Il ventisettenne congolese, infatti, in questa stagione avrebbe sofferto prima di un problema all’osso pubico, successivamente di un problema alla coscia e per finire di una tendinite.

Lecce, i tentativi di cessione a gennaio: Imbula ha preferito rimanere

Il Lecce, così, nella sessione di calciomercato invernale appena conclusa, avrebbe tentato in ogni modo di cedere il calciatore ex Stoke City. Diverse sarebbero state le squadre pronte ad acquistarne il cartellino, dal Nimes in Francia, passando per Bruges ed Anderlecht in Belgio, per finire al Leganes in Spagna, o in Turchia, dove Imbula era stato cercato da Gaziantespor e Sivasspor. Il club salentino avrebbe provato anche ad offrire la possibilità di rescindere il contratto, che la scorsa estate ha legato Imbula al Lecce in prestito con obbligo di riscatto da parte dei salentini. Imbula, in passato, sarebbe salito alle cronache anche per l’inchiesta Football Leaks. Infatti nel programma sarebbe stato trovato un file denominato “Project Imbula”. L’accordo prevedeva l’acquisizione del 50% del calciatore in cambio del pagamento di 10 milioni di euro al Porto, ai tempi proprietario del cartellino del centrocampista congolese.

Giannelli Imbula
Imbula in azione in Atalanta-Lecce, Serie A

Imbula intanto è stato escluso dalla rosa dei 25 fino al termine del campionato

Il rapporto tra Imbula e Liverani non sembrerebbe comunque destinato a decollare da qui al termine della stagione. Il centrocampista congolese, infatti, non è stato incluso nella lista dei 25 calciatori consegnati dal tecnico dei giallorossi che termineranno il campionato di Serie A. Il calciatore, che dunque ha rifiutato tutte le destinazioni che la società gli avrebbe proposto, trascorrerà i prossimi mesi da turista in Salento. Ma nonostante la sua situazione, senza possibilità di mettersi in evidenza e ai margini della squadra, sono diversi i club che continuerebbero ad informarsi su Imbula in vista della riapertura del mercato estivo in casa Lecce. Una sola la presenza da titolare per il calciatore in questa stagione. Imbula, infatti, è sceso in campo in 3 gare consecutive in Serie A, tra la quinta e la settima giornata. Le avversarie del Lecce erano state Atalanta, Roma e Spal, mentre in Coppa Italia l’avversaria di turno fu nuovamente la squadra di Ferrara.

La carriera di Giannelli Imbula: dal Marsiglia al Porto, fino allo Stoke City

Giannelli Imbula cresce calcisticamente nel settore giovanile del Paris Saint Germain, prima di passare al Guingamp che, a soli 17 anni, lo fa debuttare in Prima Squadra. Con la maglia dei rossoneri Imbula disputa 91 gare andando a segno in sole 4 occasioni. Nel 2013 la prima grande occasione, con l’acquisto del calciatore da parte dell’Olympique Marsiglia. Le buone prestazioni in Ligue 1, condite da 66 presenze con 3 reti messe a segno, gli valgono la chiamata del Porto nel 2015. In Portogallo, però, sembra iniziare la parabola discendente del calciatore.

Giannelli Imbula
Giannelli Imbula ai tempi dello Stoke City

Con la maglia dei Dragoes, infatti, scende in campo soltanto in 10 occasioni senza mai trovare la via della rete. Così, la stagione successiva, viene acquistato dallo Stoke City, in Premier League, per 24 milioni di euro. La prima stagione Imbula gioca in maniera discreta con il club inglese, con 26 presenze e 2 reti, poi i prestiti. Il centrocampista passa prima in prestito al Tolosa, in Francia, dove gioca 28 gare con una rete, mentre la stagione scorsa gioca in Spagna, con il Rayo Vallecano, dove colleziona 22 presenze andando a segno in un’occasione.

Lo strano destino di Giannelli Imbula: quando il congolese fu sogno di mercato di Milan ed Inter

Nello strano destino da calciatore di Giannelli Imbula, già c’era stata in qualche modo l’Italia. Nell’estate del 2015, infatti, sia il Milan sia l’Inter tentano di acquistare il calciatore, al tempo di proprietà del Marsiglia. Soprattutto la società rossonera sarebbe stata molto vicina ad Imbula. Le vicende societarie del Milan di quei giorni, infatti, parlano di un rapporto molto stretto con la Doyen Sports: da quella collaborazione sarebbero dovuti arrivare in rossonero lo stesso Giannelli Imbula, Geoffrey Kondogbia e l’attaccante colombiano Jackson Martinez. Proprio quest’ultimo, in quell’estate, venne prima annunciato salvo poi passare in Spagna all’Atletico Madrid. Il trasferimento saltato avrebbe poi fatto infuriare il Presidente Silvio Berlusconi con la possibile nuova proprietà milanista. Il possibile trasferimento all’Inter, poi saltato, fece invece arrabbiare il padre e agente di Imbula, che inizialmente riferì di aver ricevuto sms di minacce da intermediari, salvo poi ritrattare nel corso di un’intervista a Telelombardia. I nerazzurri, in quella sessione di mercato, preferirono virare su Kondogbia del Monaco, con Imbula che poi sarebbe finito allo Stoke City.

E’ arrivato al Lecce come uno dei possibili colpi estivi della società salentina del Presidente Sticchi Damiani. Ma al momento, di Gilbert Imbula Wanga, meglio conosciuto come Giannelli Imbula, si sono avute pochissime tracce in Serie A.

Imbula
Imbula, centrocampista del Lecce

Loading...

Il ventisettenne congolese, infatti, è sceso in campo soltanto 4 volte, segnando comunque una rete in Coppa Italia. Il tecnico dei giallorossi, Fabio Liverani, non lo riterrebbe al momento idoneo in virtù di una condizione fisica ritenuta piuttosto deficitaria, con un infortunio che ne avrebbe compromesso anche parte della preparazione estiva. Anche durante la stagione Imbula sarebbe rimasto vittima di due infortuni che lo avrebbero tenuto un pò ai margini della rosa. Il ventisettenne congolese, infatti, in questa stagione avrebbe sofferto prima di un problema all’osso pubico, successivamente di un problema alla coscia e per finire di una tendinite.

Lecce, i tentativi di cessione a gennaio: Imbula ha preferito rimanere

Il Lecce, così, nella sessione di calciomercato invernale appena conclusa, avrebbe tentato in ogni modo di cedere il calciatore ex Stoke City. Diverse sarebbero state le squadre pronte ad acquistarne il cartellino, dal Nimes in Francia, passando per Bruges ed Anderlecht in Belgio, per finire al Leganes in Spagna, o in Turchia, dove Imbula era stato cercato da Gaziantespor e Sivasspor. Il club salentino avrebbe provato anche ad offrire la possibilità di rescindere il contratto, che la scorsa estate ha legato Imbula al Lecce in prestito con obbligo di riscatto da parte dei salentini. Imbula, in passato, sarebbe salito alle cronache anche per l’inchiesta Football Leaks. Infatti nel programma sarebbe stato trovato un file denominato “Project Imbula”. L’accordo prevedeva l’acquisizione del 50% del calciatore in cambio del pagamento di 10 milioni di euro al Porto, ai tempi proprietario del cartellino del centrocampista congolese.

Giannelli Imbula
Imbula in azione in Atalanta-Lecce, Serie A

Imbula intanto è stato escluso dalla rosa dei 25 fino al termine del campionato

Il rapporto tra Imbula e Liverani non sembrerebbe comunque destinato a decollare da qui al termine della stagione. Il centrocampista congolese, infatti, non è stato incluso nella lista dei 25 calciatori consegnati dal tecnico dei giallorossi che termineranno il campionato di Serie A. Il calciatore, che dunque ha rifiutato tutte le destinazioni che la società gli avrebbe proposto, trascorrerà i prossimi mesi da turista in Salento. Ma nonostante la sua situazione, senza possibilità di mettersi in evidenza e ai margini della squadra, sono diversi i club che continuerebbero ad informarsi su Imbula in vista della riapertura del mercato estivo in casa Lecce. Una sola la presenza da titolare per il calciatore in questa stagione. Imbula, infatti, è sceso in campo in 3 gare consecutive in Serie A, tra la quinta e la settima giornata. Le avversarie del Lecce erano state Atalanta, Roma e Spal, mentre in Coppa Italia l’avversaria di turno fu nuovamente la squadra di Ferrara.

La carriera di Giannelli Imbula: dal Marsiglia al Porto, fino allo Stoke City

Giannelli Imbula cresce calcisticamente nel settore giovanile del Paris Saint Germain, prima di passare al Guingamp che, a soli 17 anni, lo fa debuttare in Prima Squadra. Con la maglia dei rossoneri Imbula disputa 91 gare andando a segno in sole 4 occasioni. Nel 2013 la prima grande occasione, con l’acquisto del calciatore da parte dell’Olympique Marsiglia. Le buone prestazioni in Ligue 1, condite da 66 presenze con 3 reti messe a segno, gli valgono la chiamata del Porto nel 2015. In Portogallo, però, sembra iniziare la parabola discendente del calciatore.

Giannelli Imbula
Giannelli Imbula ai tempi dello Stoke City

Con la maglia dei Dragoes, infatti, scende in campo soltanto in 10 occasioni senza mai trovare la via della rete. Così, la stagione successiva, viene acquistato dallo Stoke City, in Premier League, per 24 milioni di euro. La prima stagione Imbula gioca in maniera discreta con il club inglese, con 26 presenze e 2 reti, poi i prestiti. Il centrocampista passa prima in prestito al Tolosa, in Francia, dove gioca 28 gare con una rete, mentre la stagione scorsa gioca in Spagna, con il Rayo Vallecano, dove colleziona 22 presenze andando a segno in un’occasione.

Lo strano destino di Giannelli Imbula: quando il congolese fu sogno di mercato di Milan ed Inter

Nello strano destino da calciatore di Giannelli Imbula, già c’era stata in qualche modo l’Italia. Nell’estate del 2015, infatti, sia il Milan sia l’Inter tentano di acquistare il calciatore, al tempo di proprietà del Marsiglia. Soprattutto la società rossonera sarebbe stata molto vicina ad Imbula. Le vicende societarie del Milan di quei giorni, infatti, parlano di un rapporto molto stretto con la Doyen Sports: da quella collaborazione sarebbero dovuti arrivare in rossonero lo stesso Giannelli Imbula, Geoffrey Kondogbia e l’attaccante colombiano Jackson Martinez. Proprio quest’ultimo, in quell’estate, venne prima annunciato salvo poi passare in Spagna all’Atletico Madrid. Il trasferimento saltato avrebbe poi fatto infuriare il Presidente Silvio Berlusconi con la possibile nuova proprietà milanista. Il possibile trasferimento all’Inter, poi saltato, fece invece arrabbiare il padre e agente di Imbula, che inizialmente riferì di aver ricevuto sms di minacce da intermediari, salvo poi ritrattare nel corso di un’intervista a Telelombardia. I nerazzurri, in quella sessione di mercato, preferirono virare su Kondogbia del Monaco, con Imbula che poi sarebbe finito allo Stoke City.

2,293FollowerSegui
2,293FollowerSegui

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!