Calcio Juventus Milan-Juventus 4-2, i Diavoli mandano all'inferno la Vecchia Signora

Milan-Juventus 4-2, i Diavoli mandano all’inferno la Vecchia Signora

La sfida tra Milan e Juventus termina con il risultato di 4 a 2. I Rossoneri vanno sotto di due gol, ma grazie ad un episodio trovano il rigore e riducono lo svantaggio. Da li in poi caos totale in casa bianconera, e i Diavoli ne approfittano e ribaltano la partita, trovando una vittoria importantissima

Il Milan di Stefano Pioli arriva a questa partita nel miglior momento della stagione a livello di prestazioni. In campo dal primo minuto l’ex della partita, Zlatan Ibrahimovic. Al posto di un acciaccato Calhanoglu occasione dal primo minuto per il brasiliano Paquetà.

La Juventus di Maurizio Sarri sta alzando il livello delle prestazioni, facendo intravedere anche sprazzi del tanto agognato “bel gioco”. Nella sfida di stasera deve però fare a meno di due dei giocatori più in forma: DybalaDe Ligt, sostituiti da Rugani Higuain.

Rabiot
Il gol di Rabiot (foto by imagephotoagency)

Milan-Juve, primo tempo equilibrato e senza grosse occasioni

Partita che parte in modo equilibrato, con entrambe le squadre che non rinunciano a giocare. I bianconeri sbagliano un pò troppo, e infatti, è il Milan che sembra essere più convinto, ad effettuare il primo tiro in porta, senza impensierire però Szczesny. Pochi minuti dopo è molto pericolosa la punizione di Bernardeschi, sulla quale non riesce a toccare di poco Leonardo Bonucci. Al 12′ minuto va vicino al gol Cristiano Ronaldo con un tiro deviato da Conti dopo un’ottima azione della Juventus. Gonzalo Higuain e Zlatan Ibrahimovic sono stati fin qui poco presenti nelle azioni delle due squadre. Al 22′ si vede finalmente lo svedese che dopo un passaggio sbagliato del portiere polacco riesce ad arrivare al tiro, senza però riuscire a dare la giusta forza. Due minuti dopo si ripete l’occasione precedente, stavolta Ibra tira forte ma centrale.

La partita non decolla, infatti, le due squadre si annullano, con nessuna delle due che riesce a prevalere sull’altra. Molti anche i contatti, portando la gara ad essere spesso interrotta. A otto minuti dalla fine ottima l’azione della squadra di Sarri, che porta Danilo al tiro, sul quale però si immola Kjaer. Nel recupero buona occasione per Higuain, ma Donnarruma blocca senza grossi problemi. Nell’ultima azione della prima frazione di gioco Paquetà manda in porta Ibrahimovic che riesce a segnare, ma è tutto fermo per fuorigioco. Primo tempo che termina quindi senza nessuna occasione clamorosa, anche se nel finale la partita si è accesa. Evidente la mancanza di Dybala nelle manovre offensive della squadra campione d’Italia in carica.

milan juventus
Il rigore di Ibrahimovic (foto by imagephotoagency)

Milan-Juventus, secondo tempo pieno di emozioni e colpi di scena

Nel secondo tempo si sblocca subito la partita. Adrien Rabiot recupera palla a centrocampo e va via di forza a Bennacer, per poi superare con un tunnel Theo Hernandez andando quindi a puntare la porta, e una volta arrivato vicino all’aria di rigore, il francese lascia partire un gran tiro che si insacca all’incrocio, 1-0 Juve e gran gol di un giocatore che sembra ritrovato. Dopo 5 minuti ecco che arriva il raddoppio dei bianconeri, dove su un lancio di Cuadrado i due difensori del Milan la combinano grossa, lasciando Cristiano Ronaldo da solo, che non perdona e insacca alle spalle di Donnarumma. I rossoneri provano subito a reagire, senza riuscire però a creare occasioni nitide. Al 62′ cambia il risultato, quando viene assegnato un rigore alla squadra di Pioli dopo un consulto con il var. Dagli undici metri si presenta Ibrahimovic che non sbaglia e riduce lo svantaggio.

Al 65′ grande azione dei Diavoli che dopo una grande sponda del numero 21 Kessiè trova il gol del pareggio. Dopo 2 minuti clamorosamente arriva addirittura il sorpasso, con Rafa Leao appena entrato che trova il gol del vantaggio, sfruttando il momento di caos totale dei bianconeri. A 15 minuti dalla fine Ante Rebic va vicino a chiudere la partita, superando un disastroso Rugani, ma Szczesny para e tiene a galla i suoi. Due minuti dopo grande parata di Donnarumma su un colpo di testa proprio di Rugani. A dieci minuti dalla fine altro errore clamoroso, stavolta del rientrante Alex Sandro che manda in porta Bonaventura, il quale appoggia a Rebic che insacca facile, 4-2 Milan. Nel finale Sarri chiede ai suoi di provarci fino alla fine, ma non basta per riaprire la partita. Vittoria meritatissima del Milan che si dimostra in uno stato di forma eccezionale e trova tre punti importantissimi, permettendo a Lazio Inter di continuare a sognare lo scudetto.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

Calciomercato Milan, sgarbo all’Inter: Maldini studia un colpo da sogno

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il calciomercato del Milan è in procinto di decollare definitivamente, per regalare al tecnico Pioli una squadra competitiva. La Champions League sarà il target minimo...

Calciomercato Milan, c’è l’accordo: colpo da 30 milioni

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il pianeta calciomercato Milan è tornato ad orbitare attorno agli obiettivi designati. A farla da padrone, l'idea di costruire una rosa...

Calciomercato Milan, 35 milioni di qualità: Maldini supera la concorrenza

NEWS CALCIOMERCATO MILAN - Il Milan resta attivo in tema calciomercato, sia in entrata che in uscita. Al netto di qualche addio necessario, i rossoneri intendono rinforzare...

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui