giovedì, 9 Luglio 2020 - 21:44
prima pagina Serie A, 350.000 abbonati lasciati da soli

DIRETTORE RESPONSABILE MAURO PACETTI

SERIE A

News e Calciomercato

Serie A, 350.000 abbonati lasciati da soli

Si avvicina sempre di più, tra vicissitudini varie, la ripartenza della Serie A. Rimane ancora da sciogliere il nodo rimborsi, con i tifosi che, fino a questo momento, sembrerebbero essere rimasti soli

Secondo i dati dello scorso autunno, al termine delle vendite, sono 354.488 gli abbonati alle venti squadre di Serie A. Partendo dai 41 mila tifosi interisti fino ad arrivare ai 7.411 del Sassuolo, tutti accompagnati dalla stessa passione, il calcio. Sport che, senza i tifosi, non sarebbe la stessa cosa. Sono, infatti, elementi essenziali anche a livello economico che attraverso abbonamenti, biglietti, acquisti negli store ufficiali, aiutano le società ad aumentare le entrate. Nonostante tutto ciò, in questo momento di totale caos dovuto alla pandemia, tutti sembrano essersi dimenticati di loro. Infatti gli abbonati, che hanno speso cifre importanti per poter assistere a tutte le partite in casa della loro squadra del cuore, al momento non hanno nessun diritto di chiedere un rimborso.

Come sappiamo da tempo, le partite restanti saranno giocate a porte chiuse, a meno di novità sul fronte riapertura stadi, non permettendo ai possessori degli abbonamenti di assistere alle partite mancanti. Secondo una recente ricerca realizzata da La Stampa sarebbero dieci i club che non hanno intenzione di proseguire in nessun modo con la restituzione dei soldi. Le squadre in questione sono: Juventus, Inter, Roma, Atalanta, Sampdoria, Genoa, Lecce, Brescia, Udinese e Spal. Anche le altre dieci società sembrerebbero restie a proseguire con il rimborso.

Serie A, confusione rimborsi: tre i club più attivi

Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora, Ministro per le politiche giovanili e lo sport

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha recemente dichiarato che i possessori degli abbonamenti avranno un voucher. Ma non essendoci un regolamento da seguire, le società non stanno procedendo tutte sulla stessa strada. Qualche presidente, infatti, starebbe pensando a sconti per il rinnovo della tessera in vista della prossima stagione. Ma non è da sottovalutare la possibilità che anche il prossimo campionato possa cominciare a porte chiuse e, a quel punto, come si comporterebbero le società? E siamo sicuri che i club ridurranno veramente i prezzi degli abbonamenti?

Fiorentina, Spal e Roma sembrerebbero essere le uniche tre squadre a essersi mosse in modo un po’ più concreto per i propri abbonati. Le tre società sarebbero infatti le prime ad aver avviato le operazioni di rimborso.

TUTTE LE NOTIZIE DI

LEGGI ANCHE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui