Calcio Sconcerti : "Pirlo non è come Zidane e Guardiola, il Milan è...

Sconcerti : “Pirlo non è come Zidane e Guardiola, il Milan è equilibrato, l’Inter venderà dei talenti”

Mario Sconcerti ha espresso il suo parere in merito al mercato italiano in generale e in particolare sulle due milanesi e sulla Juventus di Andrea Pirlo, accostato già a grandi allenatori

Mario Sconcerti è intervenuto a calciomercato.com, in merito al mercato delle italiane e sulla ormai imminente ripartenza del campionato di Serie A. Riguardo al mercato in Italia il giornalista toscano ha detto: “Ci si aspettava un mercato di scambi, ma non si era considerato il fatto che i club hanno più necessità di vendere che di acquistare, avendo bisogno di monetizzare dopo i numerosi danni procurati dal lockdown”. In merito all’Inter ha dichiarato: “I nerazzurri hanno moltissimi giocatori di alto livello come Eriksen, Nainggolan e Vecino che, probabilmente, andranno in prestito, ma ad oggi è davvero difficile vendere i giocatori ai prezzi stabiliti. Se guardiamo alle squadre che occupano dall’11° posizione in giù, il loro mercato è praticamente fermo”.

Sconcerti attacca Sarri
Mario Sconcerti, giornalista

Sconcerti: “Non sappiamo nulla del Pirlo allenatore, dubito su Atalanta e Lazio”

Sconcerti poi, si è concentrato sulla Juventus: “Noto che la Juve non ha risolto i problemi che l’hanno portata quasi a perdere lo scudetto in questa ultima stagione. La difesa non è stata ritoccata. Anche la convivenza tra Dybala e Ronaldo non è stata risolta e i due giovani, Kulusevski e McKennie, sono certamente talentuosi, ma vanno valutati ad alti livelli per poter esprimere un giudizio. La squadra in generale va aspettata. Reputo invece, esagerato l’accostamento di Pirlo a Zidane e Guardiola: Zidane ha un carisma per natura che in Pirlo non vedo e non vedo in lui neppure quell’ ossessione che caratterizzava Guardiola agli inizi del suo percorso da allenatore. Su Pirlo allenatore non sappiamo nulla, andrà valutato.

E’ anche vero che alla Juve manca il centravanti ma questo dovrà essere l’anno di Dybala“. Sul Milan invece ha detto: “Mi piace il nuovo Milan, ma bisognerà vedere se riuscirà a reggere queste nuove responsabilità e non potrà caricarle tutte su Ibrahimovic. Credo che Leao possa essere l’uomo in più del Milan di quest’anno. Credo anche che Chiesa sia superfluo per i rossoneri che reputo già equilibrati in quel reparto. I miei dubbi al pronti via riguardano l’Atalanta e la Lazio che dubito abbiano ancora la benzina avuta in questi anni”.

NOTIZIE PER TE

Milan-Bologna, Pioli: “Vogliamo qualcosa in più del sesto posto”

Il Milan inizia nel migliore dei modi la stagione 2020-2021 di Serie A superando 2-0 il Bologna nel posticipo della prima giornata grazie alla doppietta di Zlatan Ibrahimovic. La squadra...

Milan-Bologna, Mihajlovic: “Ibrahimovic ha fatto la differenza. Donnarumma? Mannaggia a me…”

Sinisa Mihajlovic è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post-partita di Milan-Bologna, alla luce della sconfitta per 2-0 contro i rossoneri: "La partita è stata equilibrata, la differenza...

Calciomercato Juventus, c’è l’accordo: Pellegrini ad un passo dal Genoa

La Juventus ha preso la decisione sul futuro di Luca Pellegrini. Nei giorni scorsi sembrava il favorito a ricoprire il ruolo di vice Alex Sandro, ma negli ultimi giorni...

Milan-Bologna 2-0, Ibrahimovic show: Zlatan schianta i felsinei

Il Milan di Stefano Pioli, dopo aver battuto 2-0 lo Shamrock Rovers nel secondo turno preliminare di Europa League, concede il bis nella prima giornata di campionato, battendo con...

Milan, Maldini: “Per la Champions ci proveremo. Mercato? Priorità alla difesa”

Il responsabile dell'area tecnica del Milan Paolo Maldini è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, pochi minuti prima del match contro il Bologna, soffermandosi sugli obiettivi stagionali e di...

LE PIU' LETTE DELLA SETTIMANA