martedì, 26 Maggio 2020 - 07:27
Calcio Parma Spal-Parma, Daspo per venti tifosi. La replica: "Non c'è stato alcuno scontro"

Spal-Parma, Daspo per venti tifosi. La replica: “Non c’è stato alcuno scontro”

Spal-Parma, arrivano le prime sanzioni: Daspo per venti tifosi

Sono ben venti i Daspo che la Questura di Ferrara ha emesso nei confronti dei tifosi di Spal e Parma per i fatti avvenuti a Ferrara lo scorso ottobre in occasione del match del Paolo Mazza.

Secondo la Questura di Ferrara, è successo che: “Un gruppo di 50 persone, arrivate da Parma con minivan e auto, era riuscito ad eludere il sistema di filtraggio raggiungendo poi una zona a loro vietata. Alcuni degli ultras biancazzurri, a conoscenza del fatto, avevano deciso di affrontarli. In via Belvedere i due gruppi si trovavano a pochi metri di distanza e in entrambi molti soggetti erano armati con catene, cinture protese dal lato della fibbia. L’intervento della Digos è riuscito a impedire che venissero in contatto per scontrarsi”.

I tifosi del Parma: “Non c’è stato alcuno scontro”

La risposta dei Boys del Parma non è tardata ad arrivare: “Sono arrivate. Sono arrivate le misure preventive per i non fatti di Ferrara del girone. Non abbiamo intenzione con questo comunicato di fare le vittime, non lo abbiamo mai fatto e mai lo faremo. Quando c’è stato da pagare per i nostri errori abbiamo sempre pagato ed a caro prezzo. Vogliamo pagare per le nostre azioni, non per qualcosa di astratto che solo nella fantasia di qualche questore è riconducibile a un reato penale. Essere puniti per un non fatto, questo non lo si può più accettare con diffide piovute su elementi importanti del Gruppo, 9 diffidati a fronte di 50 identificazioni: la conclusione dell’indagine sembra una barzelletta.

Ma andiamo con calma. Ad ottobre decidiamo di affrontare la trasferta di Ferrara con la Spal, e qui lo diciamo molto onestamente: nostra storica rivalità sino dagli anni 70, a modo nostro, in un modo ultras, andando a Ferrara senza scorta, cercando di non venir bloccati e riconosciuti subito all’uscita autostradale ma prendendoci quella libertà che sempre più manca nella società moderna . E così, dopo aver parcheggio al di fuori della zona stadio, ci dirigiamo a piedi verso il nostro settore, tutti muniti di biglietti, tutti sul marciapiede, tutti a volto scoperto. Arrivati quindi in zona stadio, un gruppo di spallini ci vede, e sia chiaro, non perché abbiamo arrecato disturbo a famiglie ferraresi.

E qui il nocciolo della questione: noi da una parte della strada, loro dall’altra. Nessuno scontro. Nessuno schiaffo. Nessuno spintone. Arriva la digos. Riconosce a vista 9 di noi. Per loro diffide fino a 5 anni con fino a due firme. Il nostro reato? Essere ultras.”. Così, il gruppo di tifosi organizzati gialloblu commenta i 20 Daspo.

SEGUI LA JUVE SU INSTAGRAM

671,9k Followers
Follow

LEGGI ANCHE

LA PRIMA PAGINA

ULTIME NOTIZIE

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!