Calcio Torino Torino, riprovaci Longo! Contro il Brescia per evitare la crisi

Torino, riprovaci Longo! Contro il Brescia per evitare la crisi

Il Torino si ritrova impantanato nella zona calda. Per uscirne e allontanare la crisi serve la vittoria contro il Brescia. Ma occhio alle rondinelle di Lopez, che arrivano dal successo contro il Verona. Mentre i tifosi contestano la società e Cairo, Longo studia la formazione anti Brescia.

Se non è crisi per il Torino, poco ci manca. La squadra granata, infatti, è in balia di un’annata fallimentare. Tra le cause, probabilmente, anche i preliminari di Europa League disputati a fine luglio, che hanno stravolto la preparazione. In più si aggiungono i problemi societari, con il presidente Cairo sempre contestato. Recente l’esposizione di un nuovo striscione contro il patron dei granata e la protesta dei tifosi davanti allo stadio. Chi ne ha fatto le spese è stato Mazzarri, ma il cambio in panchina, con l’arrivo di Moreno Longo. non ha cambiato le cose.

Dalla ripresa del campionato i granata hanno raccolto solo 4 punti in 5 partite e sono stati scavalcati da alcune squadre. La classifica vede ora il Toro al 16°posto, con soltanto sei punti sulla zona retrocessione. Per questo motivo la partita contro il Brescia è fondamentale, l’unico risultato accettabile è la vittoria. Anche perché dopo questa sfida, sulla carta alla portata, ci sarà la trasferta in casa interista prima dell’altro scontro diretto contro il Genoa. Insomma, sarà una settimana che dirà molto sul futuro granata e che farà capire ai tifosi se dovranno vivere con l’acqua alla gola questo finale di campionato.

Torino, Longo studia la formazione anti Brescia

Moreno Longo
Moreno Longo, tecnico del Torino

Il tecnico Moreno Longo, che difficilmente sarà confermato per la prossima stagione, ritrova N’Koulou in difesa, ma perde lo squalificato Izzo. Il terzetto arretrato dovrebbe essere completato da Lyanco, in ballottaggio con Djidji e Bremer. Rispetto al derby perso contro la Juventus ritorna anche Rincon dal primo minuto, con lui pronto Meitè. Sugli esterni scalpita per un posto Ansaldi, che potrebbe rilevare De Silvestri o Aina. Nel terzetto d’attacco possibile conferma per Verdi. Zaza, Edera e Berenguer si giocano l’altro posto alle spalle di Belotti. Il capitano va a caccia della quinta partita consecutiva in gol e, così facendo, eguaglierebbe Ferrante in questa speciale classifica granata. A sei ci sono invece Rizzitelli ed Immobile.

La partita però sarà più difficile di quello che può sembrare. Il Brescia infatti è ripartito bene, se si esclude la partitaccia di Milano, e ha fatto punti contro Genoa, Fiorentina e Verona. Inoltre la squadra di Diego Lopez ha poco da perdere e tutto da guadagnare, vista la situazione quasi disperata in cui versa. Stona il fatto che entrambe le squadre abbiano un solo risultato in testa, ma facciano ugualmente fatica a segnare e a tirare. Si sfidano infatti l’ultima (Brescia) e la penultima (Torino) per tiri effettuati verso la porta: 218 e 238. Nelle ultime partite casalinghe però il Torino ha difeso sicuramente meglio rispetto alle trasferte contro Cagliari e Juventus, dove ha incassato 4 gol per match. Domani la differenza potrebbe farla proprio la difesa.

ULTIME NOTIZIE

LE PIU' LETTE

Serie A, dalla Juventus alla SPAL: top e flop della stagione

La Serie A 2019/20 è stata inevitabilmente segnata dalla crisi sanitaria legata al coronavirus. Un campionato diviso a metà, che da un lato ha tolto ai...

Torino, Giampaolo chiede la buonuscita al Milan

Marco Giampaolo è vicino ad accettare la panchina del Torino, dalla prossima stagione. L'annata dei granata non è stata positiva, con una salvezza raggiunta...

Calciomercato Fiorentina, da Belotti a Torreira: Commisso fa grande la Viola

La stagione appena terminata della Fiorentina è stata appena sufficiente. Infatti, la Viola, ha conquistato solamente la salvezza e non senza qualche problema di troppo....

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui