Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; WP_Categories_to_Tags has a deprecated constructor in /home/footballnews24/public_html/wp-content/plugins/wpcat2tag-importer/wpcat2tag-importer.php on line 31
Udinese-Fiorentina 0-0, regna la noia: Milenkovic si ferma al palo - Footballnews24.it

SERIE A

News e Calciomercato

Udinese-Fiorentina 0-0, regna la noia: Milenkovic si ferma al palo

Termina senza reti il match della Dacia Arena, con Gotti e Iachini che non riescono a centrare la vittoria. La Viola si ferma al palo di Milenkovic

Nella fredda atmosfera di una Dacia Arena svuotata dal tifo, Udinese-Fiorentina si conclude senza alcun guizzo degno di nota. Lo 0-0 finale è frutto di una gara giocata quasi interamente sottoritmo da parte delle due formazioni, che alla fine si accontentano di un punto che muove di poco la classifica.

Il primo affondo è della Fiorentina, con Lirola che colpisce l’esterno della rete dopo otto minuti. Da qui in poi le squadre si affacciano di rado nelle rispettive aree di rigore, complice una gestione del pallone lenta e prudente da parte di entrambe. Proprio quando il tenore sembrava essere quello di una partita di fine stagione, Okaka sfiora il vantaggio, anticipando di testa Caceres al 30′, su un cross proveniente dalla sinistra: pallone alto di poco. Qualche errore tecnico condisce un primo tempo tutto sommato opaco, ma che trova il proprio climax al 40′: Nuytinck respinge male in area piccola e Milenkovic con un gran sinistro al volo centra il palo alla destra di un immobile Musso. La Fiorentina chiude in crescendo, ma senza ulteriori acuti.

Udinese, De Paul ci prova ma non incide

Il primo quarto d’ora della ripresa sembra essere disputato da due squadre già stanche. I ritmi non si alzano, anzi aumenta sempre più la soglia d’attenzione in fase difensiva. Ciò porta a due tentativi da fuori di De Paul, che sfiora l’incrocio dei pali prima alla sinistra di Dragowski e, successivamente, sul lato opposto. L’Udinese è la squadra che ci prova di più nel secondo tempo: la conclusione di Lasagna, subentrato, si infrange contro i guantoni del portiere della Viola al 75′. Gli ospiti per poco non portano a casa l’intera posta in palio, quando Musso si deve superare al 91′ sul destro di Chiesa. Il risultato finale è dunque lo specchio di ciò che si è visto in questa serata, dalla quale francamente ci si poteva aspettare molto di più dal punto di vista dello spettacolo.