Menu

Inter, il Derby d'Italia si rinnova: corsa a due per Emerson Palmieri

Calciomercato Inter e Juventus, Emerson Palmieri: “Se non gioco al Chelsea cercherò altro…”

Nella conferenza stampa di oggi è intervenuto anche Emerson Palmieri, il terzino italo-brasiliano ha dato qualche piccolo indizio di mercato che potrebbe interessare alle squadre che sembrano essere disposte a puntare sul giocatore: Juventus e Inter. Ma non solo..

Il difensore del Chelsea ha iniziato la sua conferenza parlando dello strano clima in cui vengono giocate queste partite e ha speso qualche parole anche su Roberto Mancini, il tecnico attualmente positivo al coronavirus non ha preso parte alla sosta: “Non è un momento facile per tutti noi, il mister purtroppo è a casa. Però nelle riunioni è sempre con noi, con le videochiamate. Credo che noi che siamo qui dobbiamo fare di tutto per quelli che non sono presenti. Per queste situazioni tra infortuni e virus non è semplice, ci dobbiamo presentare bene. Certo che questa stagione sia un po’ diversa dalle altre, per gestire le partite, ce ne sono troppe. Quando parliamo della Nazionale dobbiamo fare di tutto, fare il nostro meglio. Riduzione delle Nazionali? Non è semplice a me veramente piace, giocare a calcio è la mia passione, se posso farlo ogni tre giorni sono contento. Però ad altri magari può non piacere, io rispetto perché tutti la pensano in maniera differente. Ogni società ha il suo modo di lavorare. Questo che stiamo passando non è un momento normale per tutti noi, in tutti i lavori. Se dovessimo dare una mano, l’uno per l’altro, tutti vanno a migliorare. Mi ricordo che non è stato facile, quando ho preso il virus. I primi quattro o cinque giorni non ce la facevo nemmeno a camminare. Con tutta l’incertezza, dopo questo che ho passato, noi proviamo ogni giorno di approfittare della vita, di stare vicino alle persone che amiamo. Questo virus non è uno scherzo, io ho 26 anni e ho sofferto molto in cinque giorni. Tutti noi dobbiamo fare attenzione. Alle volte vedevo che le persone non facevano cose per bene, io cerco di dare l’esempio, sempre stare con la mascherina, sia io che la famiglia. Se ognuno di noi farà la sua parte tutto andrà meglio”.

Dalla partita contro Polonia al calcio di Roberto Mancini, Emerson dice la sua: “Contro la Polonia è sempre stata una gara dura, in Polonia abbiamo creato, fatto di tutto per vincere. Purtroppo non siamo riusciti. Anche con l’Olanda abbiamo fatto bene, è mancato il secondo gol, loro hanno fatto una buona partita. Ci aspetterà una partita dura però giochiamo in casa e dobbiamo fare il nostro meglio per vincere. Quando siamo in Nazionale bisogna vincerle tutte, ogni partita. Quando entriamo in campo lo facciamo per vincere, ogni partita. Il calcio è cambiato tanto, stiamo giocando in maniera moderna, quando perdiamo il pallone cerchiamo di riprenderla subito. È un calcio offensivo, che piace a tutti noi, stiamo facendo bene e siamo sulla strada giusta. Sembriamo una famiglia, siamo ben accolti da tutti. Trasformiamo questo dentro il campo, è quello che sta facendo tornare le cose al posto giusto, l’Italia merita di stare al top”.

E l’intervista all’ex Roma non poteva non avere un piccolo indizio di mercato, più precisamente su un suo possibile ritorno in Italia a gennaio: “Dobbiamo aspettare, il calcio quest’anno è un po’ strano, come mercato. Purtroppo non sto giocando molto al Chelsea, ma sono sereno e credo che le cose andranno a migliorare, a Londra o in un altro posto. Il mister ha parlato con me, mi ha detto che la cosa migliore è giocare: vediamo fra due mesi, se ho preso un posto al Chelsea oppure vedremo per altro. Sono sereno, ho ricevuto interessamenti, non solo dall’Italia. Niente cose concrete, ma è chiaro che mi farà piacere tornare in Serie A. Non so se accadrà a gennaio o fra cinque anni, non lo posso dire, nel calcio tutto cambia troppo velocemente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.