in

Calciomercato Inter, si sgonfia il caso Hakimi: arrivano le prime smentite

Achraf Hakimi, esterno dell'Inter @imagephotoagency
Achraf Hakimi, esterno dell'Inter @imagephotoagency

Le voci sui presunti malumori della dirigenza madrilena non hanno trovato riscontro: il punto sulla trattativa più controversa del mercato

Calciomercato Inter, la stampa alimenta il caso: il chiarimento sull’affare Hakimi

Il caso Hakimi continua a tener banco in casa Inter. Dopo l’emersione dei presunti problemi economici relativi ai mancati pagamenti del terzino, con i nerazzurri che, stando alle voci di mercato, avrebbero ritardato nell’inoltrare una parte delle rate da corrispondere al Real Madrid, arrivano le prime smentite sulla particolare situazione tra le due società.

LEGGI ANCHE Calciomercato Inter, scambio clamoroso con la Roma? La scelta di Zhang

Andiamo con ordine. A un paio di settimane dalla pubblicazione della notizia relativa al ritardo nei pagamenti da parte dell’Inter, la miccia è stata accesa nuovamente nella giornata di ieri, con il Corriere dello Sport che ha evidenziato il “fastidio” del Real Madrid per i ritardi nella chiusura dell’affare Hakimi. Un affare che, stando al quotidiano romano, si sarebbe potuto chiudere con largo anticipo, evitando di dover rimandare ulteriormente i pagamenti delle rate per l’acquisto del cartellino. Tuttavia, a fare chiarezza sul caso di mercato ci ha pensato calciomercato.com.

LEGGI ANCHE Coppa Italia, Inter-Milan: Conte verso il turnover

Steven Zhang (Inter)
Steven Zhang, presidente dell’Inter

Calciomercato Inter, la posizione dei nerazzurri sulla trattativa

Il portale dedicato al calciomercato ha messo in luce la posizione del Real Madrid, i cui rapporti con la dirigenza nerazzurra, come riportato anche su Marca, quotidiano sportivo spagnolo, sono ottimi. “La vicenda Hakimi è stata chiarita una volta per tutte, e sia l’Inter che il Real sono tranquille: non vi è stata alcuna rottura tra le società“, sottolineano i colleghi di calciomercato.com.

LEGGI ANCHE Calciomercato Inter, Eriksen può partire davvero: c’è il Leicester

Stando al portale suddetto, l’Inter avrebbe richiesto, e ottenuto, un ulteriore differimento del pagamento della prima rata del cartellino di Hakimi. La data fissata per saldare la prima quota è il 30 marzo, il che significa, di fatto, che i nerazzurri hanno ancora due mesi per soddisfare le richieste economiche dei blancos. Lo stesso Hakimi, per voce del suo procuratore, si è detto assolutamente sereno in merito alla vicenda, non avendo manifestato alcuna insoddisfazione per il caso montato attorno alla trattativa che lo ha portato in nerazzurro.

Francesco Caputo, attaccante del Sassuolo @imagephotoagency

Lazio-Sassuolo, Caputo: “Ottima partita, sappiamo di dover soffrire”

Eder, ex Inter

Calciomercato Benevento, Eder per dimenticare Llorente