in

Calciomercato Juventus, si punta sull’usato garantito: Allegri a lavoro

La Juventus punta sulla valorizzazione del patrimonio interno: a Massimiliano Allegri il difficile compito di recuperare alcuni giocatori autori di una stagione sotto le aspettative

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus @imagephotoagency
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus @imagephotoagency

Il compito di Allegri

La stagione appena conclusa dalla Juventus non può essere definitiva positiva. Iniziata nel segno di Andrea Pirlo, è terminata nei modi peggiori, con un quarto posto strappato all’ultima giornata e l’esonero dell’ex centrocampista bianconero. Verrebbe naturale pensare a una mezza rivoluzione in estate, mettendo sul mercato tanti giocatori che non sono riusciti ad esprimersi ed acquistando dei sostituti.

[irp]

L’idea del dirigente della Juventus Federico Cherubini, però, è leggermente diversa: “Potremmo anche non fare acquisti sul mercato, riteniamo di avere una squadra assolutamente competitiva e della stessa idea è il nostro allenatore” ha detto giovedì scorso in conferenza stampa. La Juventus, quindi, ha affidato a Massimiliano Allegri il difficile compito di rispolverare le antiche risorse interne e farle rendere al meglio. Compito che però, all’allenatore livornese, è sempre riuscito perfettamente.

dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency
dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Calciomercato Juventus, un centrocampo da rilanciare

Le operazioni di mercato però ci saranno. Chiaramente dovranno fare i conti con il difficile scenario che il calcio sta vivendo, ma qualche cessione dovrebbe comunque avvenire. In particolare, l’unico giocatore che sembrerebbe bollato come irrecuperabile sarebbe Ramsey. Troppo discontinuo dal punto di vista fisico, da quando è arrivato a Torino non è mai riuscito a replicare le gesta londinesi.

[irp]

Coloro che con Allegri potrebbero invece trovare una seconda vita sarebbero Dejan Kulusevski e Arthur. Nonostante il primo abbia realizzato 7 gol e 6 assist a 19 anni nel suo primo anno in bianconero e il secondo sia stato per lungo tempo il metronomo della squadra, i tifosi ricordano soprattutto gli sciagurati retropassaggi che hanno portato poi a reti avversarie. I due ragazzi sono ancora giovani e talentuosi: la Juventus ha fatto un investimento importante su di loro, per questo saranno l’assoluta priorità di Allegri.

[irp]

Un altro che dovrà essere recuperato è Rodrigo Bentancur. Lanciato proprio dal tecnico di Livorno, l’uruguaiano si è reso protagonista di diversi episodi che hanno condizionato in maniera negativa la sua stagione. La posizione in campo sicuramente non ha aiutato; se a questo si somma la responsabilità di gestire un centrocampo importante come quello della Juventus il risultato è facilmente pronosticabile. Tuttavia il giocatore fu un fedele scudiero di Allegri nel suo primo ciclo bianconero, quindi il suo recupero sembra più che possibile.

Recupero più che possibile sarà probabilmente anche quello di Rabiot: il francese ha dimostrato una crescita importante sia nel finale di stagione sia con la Francia, nell’avventura europea di Blues terminata prematuramente per mano della Svizzera. Nel frattempo la Juventus spinge per un ritorno sempre più difficile >>> CONTINUA A LEGGERE