Pep Guardiola, allenatore del Manchester City (foto by imagephotoagency)
in

Calciomercato Manchester City, colpo dal Brasile: arriva il nuovo Neymar

Il Manchester City sarebbe ad un passo da mettere le mani sul giovane talento Kayky del Fluminense, da molti considerato il “nuovo Neymar”

Manchester City, Kayky dal Fluminense

Il Manchester City quest’anno è una delle candidate alla vittoria della Champions League. I Citizens aspettano da diversi anni di fare il salto di qualità definitivo e quest’anno potrebbero finalmente arriva a vincere la coppa dalle grandi orecchie. L’obiettivo più ambito dalla squadra di Guardiola potrebbe arrivare proprio nell’anno in cui il club inglese ha iniziato a cambiare volto mettendo particolarmente in mostra i suoi giovani migliori. Da Foden a Ruben Dias fino a Torres, il futuro del Manchester City è di grande qualità e il tecnico ex Barcellona dal 2022 potrebbe avere a disposizione anche un altro grande talento e si tratta di Kayky da Silva Chagas.

Esultanza Manchester City
Esultanza Manchester City

Manchester City, 18 milioni per Kayky

Il Manchester City avrebbe seguito per diversi anni Kayky. Il classe 2003 è uno dei talenti più importanti del panorama calcistico brasiliano ed è proprio per questo che dopo un’attenta fase di scouting i Citizens avrebbero deciso di affondare per prenotare un possibile grande colpo per il futuro. La squadra allenata da Guardiola avrebbe raggiunto l’accordo con il Fluminense e quest’ultimo club dovrebbe ricevere 10 milioni più 8 di bonus e il 20% su una possibile futura rivendita, come confermato da Sky Sport. Kayky viene definito da molti come “il nuovo Neymar” e quando arriverà in Inghilterra, ovvero al compimento dei 18 anni quindi nel 2022, potrà mettere il suo talento in mostra anche in Champions League.

Cristiano Ronaldo (Juventus)

Calciomercato Juventus, nuovo indizio sul futuro di Ronaldo: il Real Madrid osserva

Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta @Image Sport

Atalanta, insulti a ispettore antidoping: Gasperini rischia lunga squalifica