in

Calciomercato Milan, da Ziyech a Miranchuk: Maldini ha scelto Messias

Il Milan ha scelto Junior Messias come ultimo tassello per la trequarti di Stefano Pioli: il brasiliano, che arriva in prestito con diritto di riscatto, è solo l’ultimo dei tanti nomi sondati da Paolo Maldini durante questa sessione di calciomercato

Junior Messias, attaccante del Crotone @imagephotoagency
Junior Messias, attaccante del Crotone @imagephotoagency

Calciomercato Milan, da Calhanoglu a Brahim Diaz

Si chiude oggi in casa Milan l’Odissea cominciata con l’addio di Hakan Calhanoglu, che a fine giugno aveva lasciato i rossoneri per trasferirsi nell’altra sponda di Milano. Dopo mesi di ricerca, il Milan sembrerebbe infatti aver finalmente trovato il nome giusto per completare il proprio reparto trequartisti: come riportato da calciomercato.com, nella notte sarebbe stato raggiunto l’accordo per il trasferimento di Junior Messias, che arriverà dal Crotone con la formula di un prestito oneroso a 2,5 milioni, con diritto di riscatto fissato a 5,5 milioni.


Leggi anche:


Quello del brasiliano è però solo l’ultimo dei tanti nomi sondati dal direttore tecnico del club, Paolo Maldini, impegnato nel  compito di colmare il vuoto generato dall’addio del turco e reso certamente più complesso dalle difficoltà economiche dovute alla pandemia. Pare dunque chiudersi, per il Milan, una sessione di calciomercato che lo ha visto protagonista, certamente, per i dolorosi addii, ma anche per i tanti acquisti.

Tutto era cominciato il 21 giugno del 2021, quando Sky Sport parlava di un accordo raggiunto fra l’Inter e Hakan Calhanoglu, il quale, dopo aver terminato il proprio contratto con il Milan, decideva così di unirsi alla squadra di Simone Inzaghi. Certo è che la partenza del turco ha rappresentato per i rossoneri una sorta di fulmine a ciel sereno, costringendo Paolo Maldini ad adoperarsi fin da subito per colmare lo spazio lasciato vuoto dall’addio del suo, ormai ex, numero 10.

[irp]

Il primo nome, per la verità trattato dal Milan ancor prima della notizia, era stato quello di Brahim Diaz, già alla corte di Stefano Pioli la passata stagione, ma in prestito secco: il 16 luglio, il Milan raggiungeva l’intesa col Real Madrid per il trasferimento dello spagnolo, che di Calha avrebbe ereditato non soltanto la posizione in campo, ma anche il numero di maglia.

Paolo Maldini e Stefano Pioli, responsabile dell'area tecnica e allenatore del Milan
Paolo Maldini e Stefano Pioli, responsabile dell’area tecnica e allenatore del Milan

Calciomercato Milan, la caccia al trequartista

I molti impegni che il Milan è chiamato ad affrontare nel corso di questa stagione, hanno reso necessario aggiungere un ulteriore tassello alla rosa di Stefano Pioli: la “caccia al trequartista” non si era ancora conclusa. Da quel fatidico 21 giugno, sono stati diversi i nomi finiti sotto la lente d’ingrandimento di Paolo Maldini: da quelli, decisamente altisonanti, di James Rodriguez, Marcell Sabitzer e Hakim Ziyech, il direttore tecnico del Milan ha dovuto gradualmente rivolgere il proprio sguardo in Italia, virando verso obiettivi ben più modesti, come quelli di Aleksej Miranchuk e Adam Ounas.

[irp]

Alla fine, sarà proprio dall’Italia che arriverà l’ultimo, tanto atteso, rinforzo: non dalla massima serie, ma dal Crotone, che da quest’anno è tornato a militare in Serie B. Sarà infatti Junior Messias l’ultimo acquisto dell’estate rossonera: il brasiliano arriverà con la formula del prestito oneroso, fissato in 2.5 milioni di euro, al quale si dovranno eventualmente aggiungere 5.5 milioni per il riscatto.

[irp]

Il Milan termina dunque così la propria campagna acquisti: quello di Messias non avrà certamente il forte impatto mediatico che avrebbe invece avuto l’arrivo di uno dei nomi sondati a luglio, ma rappresenta senz’altro una di quelle occasioni di mercato che un buon dirigente deve saper cogliere, specie in un momento storico come questo, che ha messo economicamente in ginocchio molti club. Intanto prosegue la doppia trattativa per Samu Castillejo >>> CONTINUA A LEGGERE