Intervista esclusiva a Fernando Siani sul CR7-Day

La nostra redazione ha intercettato in esclusiva Fernando Siani, giornalista di Sportitalia, che ci ha raccontato l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus e come ha vissuto la diretta integrale che ha condotto nel CR7-Day.

1) Come racconti la tua ascesa a Sportitalia?

L’ascesa a Sportitalia è iniziata partecipando, nel 2013, al Workshop e ho vinto arrivando davanti ad altri 150 ragazzi; dopo la vittoria sono andato a lavorare subito a Udinese Channel, una realtà che mi ha dato molto.

2) Ieri è stato il CR7 Day, cosa ci dici di questa giornata? Soprattutto per la storia…

La giornata di ieri è stata una delle giornate più belle, e faticose, da quando sono a Sportitalia anche perché lo abbiamo sentito un po’ nostro questo acquisto; noi eravamo gli unici in Grecia a documentare l’incontro tra Agnelli e il calciatore, il momento che ha segnato tutto.

3) Hai fatto una diretta per raccontarlo, cosa significa per un giornalista?

Per un giornalista conta tanto, è quello per il quale veniamo pagati ed è quello che dobbiamo a chi ci guarda; è stato bellissimo, questa notizia la sentiamo nostra visto che siamo stati gli unici a crederci dall’inizio e con la presentazione si è chiuso un cerchio, consapevoli che da qui a un mese non ci sarà un altro colpo simile.

4) Cosa ne pensi di Cristiano Ronaldo in Italia?

Sicuramente l’acquisto di Cristiano Ronaldo è qualcosa di sensazionale, io faccio parte del gruppo di persone che è felice perché finalmente tutti seguiranno il nostro campionato; sperando che, poi, altre squadre si accodino alla Juventus acquistando grandi campioni, di questa levatura.

5) Cosa vuoi dire ai ragazzi che vorrebbero fare i giornalisti?

Dico solo di avere tanta pazienza, perché è la qualità che serve maggiormente ma un altro mio consiglio è quello di avere, si, un modello a cui ispirarsi ma poi di creare un proprio modo di lavorare, questa cosa è fondamentale.