in

Calciopoli, svolta Giraudo: si aprono le porte della Corte dei diritti dell’uomo

Antonio Giraudo, ex braccio destro di Moggi, ha ottenuto una parziale vittoria nella sua battaglia contro Calciopoli: adesso la palla passa alla Corte dei diritti Europei di Strasburgo

Rosboch, avvocato di Giraudo: "Il ricorso può rimettere in discussione l'intera Calciopoli"

L’ex ad della Juventus Antonio Giraudo avrebbe portato a casa una vittoria nella sua battaglia personale che starebbe conducendo contro il processo di Calciopoli. Come riferisce Il Corriere della Sera, infatti l’ex braccio destro di Luciano Moggi nella società bianconera ha ottenuto la possibilità di difendersi presso la Corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo, dove presenterà la sua difesa con i legali Amedeo Rosboch e Jean-Louis Dupont, avvocato della storica “sentenza Bosman” che ha rivoluzionato il calciomercato in Italia.