in

Calhanoglu sulle orme di Donnarumma: il Milan non cede e punta De Paul

Dopo Donnarumma, Maldini è pronto a salutare anche Calhanoglu. Il nome per sostituirlo è quello di Rodrigo De Paul: pronta la strategia rossonera, da battere la concorrenza dell’Atletico Madrid

Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu, portiere e centrocampista del Milan @imagephotoagency
Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu, portiere e centrocampista del Milan @imagephotoagency

Maldini punta su De Paul: è sfida all’Atletico Madrid

Dopo Gianluigi Donnarumma, anche il turco Hakan Calhanoglu potrebbe salutare il Milan nella prossima sessione estiva di calciomercato. L’ex Bayer Leverkusen, così come l’estremo difensore rossonero, è in scadenza di contratto il 30 giugno. Paolo Maldini e la dirigenza rossonera avrebbero messo sul piatto un’offerta da 4 milioni a stagione, mentre Gordon Stipic, agente del turco, continuerebbe a chiederne 5. Così, la dirigenza del Milan, sarebbe ormai stufa di attendere, con Calhanoglu che sarebbe diviso da un’offerta faraonica dal Qatar e dalla Juventus.

Rodrigo De Paul (Udinese) @Image Sport
Rodrigo De Paul (Udinese) @Image Sport

Nel frattempo Paolo Maldini avrebbe già trovato il sostituto. Si tratterebbe dell’argentino e capitano dell’Udinese Rodrigo De Paul. Il ventisettenne sarebbe tentato dall’addio al Friuli per fare il grande salto in una big. Sulle sue tracce, però, ci sarebbe molto forte l’Atletico Madrid di Simeone, vincitore dell’ultima Liga. La famiglia Pozzo valuterebbe De Paul non meno di 35-40 milioni di euro. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, però, il Milan potrebbe inserire nella trattativa il giovane norvegese Hauge, ed eventualmente anche il prestito del figlio d’arte Daniel Maldini.

Il piano di Maldini per arrivare a De Paul

Maldini e Massara starebbero inoltre pensando anche ad acquisire un tesoretto per arrivare a Rodrigo De Paul. Cinque sarebbero le cessioni che il club rossonero vorrebbe realizzare per arrivare alla cifra chiesta dall’Udinese. In uscita ci sarebbe il terzino sinistro Diego Laxalt, che non sarà riscattato dal Celtic e potrebbe lasciare per 7-8 milioni. La stessa cifra potrebbe essere realizzata con la cessione del centrocampista bosniaco Rade Krunic. In partenza ci sarebbe anche l’esterno spagnolo Samu Castillejo: sulle sue tracce ci sarebbero la sua ex squadra, il Villareal, ed il Siviglia, che potrebbero mettere sul piatto 10-12 milioni di euro.

Rade Krunic, centrocampista bosniaco del Milan
Rade Krunic, centrocampista bosniaco del Milan

Tra gli altri calciatori che potrebbero lasciare il Milan anche Mattia Caldara: l’Atalanta non verserà i 15 milioni del riscatto per l’ex difensore della Juventus, Pioli lo proverà in ritiro ma per 10-15 milioni il giovane difensore potrebbe essere ceduto. A rischio anche Andea Conti: i terzino destro ha giocato la seconda parte di stagione con il Parma, che però non lo riscatterà: Maldini, in estate, proverà a cederlo per 5-7 milioni di euro, per un totale di 40-50 milioni in entrata nelle casse rossonere.

Sullo stesso argomento  Vice-Hernandez: Maldini pesca dal Barcellona
Roberto Mancini, CT della nazionale italiana

E’ nata l’Italia di Mancini: l’Europeo per risalire dalle ceneri

Ceferin, presidente della UEFA @Image Sport

Superlega, sentenza prima di Euro 2021: ipotesi ricorso a Losanna